Ravenna, il consiglio comunale prende le distanze dalle bufera sul Ravenna Calcio

Ravenna, il consiglio comunale prende le distanze dalle bufera sul Ravenna Calcio

Ravenna, il consiglio comunale prende le distanze dalle bufera sul Ravenna Calcio

RAVENNA - Nella seconda parte della seduta pomeridiana di giovedì è iniziato il dibattito sulle vicende del Ravenna Calcio e sull'ordine del giorno in tal senso presentato dal capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi. La discussione si è aperta con l'intervento del sindaco Fabrizio Matteucci che ha invitato il consiglio a perseguire due profili legati alla vicenda: rispetto del lavoro che dovrà svolgere la Magistratura e del principio di presunzione di innocenza.

 

Il dibattito e la votazione dell'odg avverrà nella prossima seduta del consiglio la cui data è in corso di definizione. Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna) ha detto di ritenere che la città non possa restare indifferente a quanto sta accadendo. "Per questo credo che, qualora si dovesse arrivare a un procedimento giudiziario, eventualità ormai certa, il Comune si dovrebbe costituire parte civile, chiedendo il risarcimento dei danni morali e materiali nel momento in cui i colpevoli saranno definitivamente condannati".


Maurizio Bucci del Pdl partendo dai legami che, a suo avviso, esistono tra sport, etica e politica sul nostro territorio, ha dichiarato, tra l'altro, che le recenti vicende del Ravenna Calcio sono state utili per fare emergere e scoperchiare questa realtà. Matteo Cavicchioli (Pd) si è detto addolorato per quanto sta avvenendo, "perché il calcio impegna milioni di ragazzi e adulti e dovrebbe essere una cosa sana". Il consigliere ha auspicato che la magistratura faccia piena luce su quanto accaduto e che la situazione si chiarisca in tutti i suoi contorni e ha proposto, vista l'assenza del sindaco per motivi istituzionali, di rinviare il dibattito e la votazione sull'ordine del giorno del consigliere Ancisi.

 

Paolo Guerra di Lega Nord dopo aver espresso il suo plauso per le dimissioni di Vidmer Mercatali da vice presidente del Ravenna Calcio, si è dichiarato favorevole al fatto che il calcio sia stato stralciato dall'ipotesi di creare una unica polisportiva in ambito comunale su cui far convergere le sponsorizzazioni". Pietro Vandini di 5 stelle, è intervenuto mettendo l'accento sulle modalità di sponsorizzazione della squadra, denunciando legami tra sponsor e futura realizzazione della centrale biomasse..

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alberto Fussi del Pri: "Noi Repubblicani condividiamo l'atteggiamento dell'Amministrazione che, giustamente, non intende intervenire nelle vicende societarie del Ravenna Calcio. Questo però, come già sottolineato dal Sindaco, non vuol dire osteggiare gli imprenditori che si dimostrano interessati alla società, né tanto meno il presidente Gianni Fabbri, che tutti ci auguriamo esca indenne da questa triste e squallida vicenda".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -