Ravenna: il Consiglio provinciale ricorda Ivo Ricci Maccarini

Ravenna: il Consiglio provinciale ricorda Ivo Ricci Maccarini

RAVENNA - Il consiglio provinciale ha osservato un minuto di silenzio per ricordare Ivo Ricci Maccarini recentemente scomparso. La presidente, Elena Rambelli, ne ha ricordato la figura: "E' doveroso ricordare Ricci Maccarini proprio qui, in questa sede, dove ha lavorato per molti anni, e dove, da pioniere, ha avviato politiche importanti per il nostro territorio, e delle quali ancora oggi si avvertono segni significativi. Ivo Ricci Maccarini era prima di tutto, come amava dire, un difensore di diritti, un sostenitore tenace di grandi battaglie politiche, sociali, ambientali".

 

"Da subito, prende posto in questa aula, sin dal 1965 con la sua prima elezione a consigliere provinciale, e poi col 1969, col ruolo di assessore all'igiene e alla sanità della Provincia. Il primo in Italia. Infatti, nel 1971, istituì il primo assessorato all'ambiente di un'amministrazione locale italiana e si è dedicato ai temi dell'ambiente, alla lotta contro l'inquinamento delle distillerie e degli zuccherifici delle province di Ravenna e Forlì. Dopo la comparsa, proprio nel 1971, della prima grande eutrofizzazione dell'Adriatico, il suo impegno è stato costantemente rivolto alla ricerca scientifica sulle alghe. Nel 1973 impose il primo depuratore all'interno del petrolchimico ANIC di Ravenna. Si deve a lui anche la prima rete di rilevamento dell'inquinamento atmosferico in Italia, nella zona industriale di Ravenna. Collabora con l'On. Merli alla stesura del disegno di legge nazionale contro l'inquinamento idrico, approvata dal parlamento nel 1976 (Legge Merli). Farà parte, in qualità di assessore, delle giunte provinciali presiedute da Decimo Triossi (1969-73), Ettore Zannoni (1973-79), Mario Li Vigni (1979-83) e Adriano Guerrini (1983-88). Nel suo paese natale Ivo era soprattutto il medico, «e' duturôn» come tutti lo chiamavano affettuosamente, per via della sua mole ma anche per via di quel fare cordiale e affettuoso che aveva con i suoi pazienti. I suoi ruoli, i suoi impegni politici e amministrativi, sono sempre proseguiti in parallelo, con azioni di grande prestigio, ancora oggi riconosciute". Dal 1996 al 2006, è presidente del Centro di Ricerche Marine di Cesenatico, oggi riconosciuto formalmente dalla Unione europea, cui ha impresso un determinante impulso nella ricerca scientifica sulle biotossine marine, le risorse ambientali ed economiche del Mare Adriatico. Questa assemblea ricorderà con quanto interesse e dedizione volle la nostra visita, due anni fa, presso il centro di Cesenatico, accogliendo nostre proposte, nostre criticità e domande. Infine il 24 giugno 2008 gli era stato conferito il premio nazionale"Amico del mare" di Goletta Verde 2008. Ed infine, Ivo Ricci Maccarini aveva una grande e straordinaria famiglia, e tanti amici".

 

"E' proprio alla famiglia che va rivolto, come abbiamo fatto nei giorni scorsi, il nostro cordoglio, ma soprattutto il nostro caloroso abbraccio. La sua passione autentica, quella inquietudine sana di chi non si ferma mai, di chi è sempre alla ricerca del meglio possibile, spero restino da esempio non solo per la sua famiglia ma per tutti noi".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Moraldo Fantini, capogruppo Pri, il vicepresidente del consiglio e consigliere di FI-PdL, Oriano Casadio e il capogruppo Pd, Angelo Zoli, sono intervenuti per esprimere il proprio cordoglio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -