Ravenna: il giovedì di Meditaeuropa: lezione, dialoghi, il concerto di Musica Officinalis, il cinema mediterraneo.

Ravenna: il giovedì di Meditaeuropa: lezione, dialoghi, il concerto di Musica Officinalis, il cinema mediterraneo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RAVENNA - Continuano gli appuntamenti del festival delle culture Meditaeuropa di Ravenna, una nuova giornata si snoda attraverso la formula che vede diversi momenti e vari luoghi della città di Ravenna dedicati ai popoli del Mediterraneo tra lezioni, dialoghi, spettacoli e cinema.

Giovedì 8 maggio le Lezioni magistrali riempiono dalle ore 11,00 la mattina della Biblioteca Classense in collaborazione con Corso di Laurea Specialistica in Cooperazione Internazionale, regolazione e tutela dei diritti e dei beni culturali.
Erhan Dogan ci parla di "Turchia e Mediterraneo". Lettore al Dipartimento di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, Marmara University, Istanbul.
Il suo lavoro si concentra principalmente sulle relazioni Turchia-Unione Europa e sulla (non) europeizzazione della politica turca. Co-autore del libro: 'Società Civile e Politica Estera in Turchia' Dogan si occupa attualmente del progetto dei membri dell'Unione Europea per il Regolamento sui visti in relazione alle decisioni di viaggio dei cittadini turchi.

Alle 18 alla Chiesa San Domenico hanno luogo i Dialoghi. Il pomeriggio vedrà a confronto i saperi diversi di Gian Mario Anselmi, professore ordinario di Letteratura italiana all'Università di Bologna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, e del giornalista Siegmund Ginzberg, modera Andrea Baravelli (Associazione Meditaeuropa) in collaborazione con Università per Adulti 'Bosi Maramotti'.
Ginzburg, corrispondente in Iran, Cina, India, Giappone, Corea del Nord e del Sud, in quasi tutti gli altri paesi asiatici, a New York e Washington e a Parigi, collabora con l'Unità, La Repubblica, Il Foglio. L'essere finito disoccupato dopo una lunga carriera in giro per il mondo, l'ha aiutato a ritrovare il piacere delle letture. Ha pubblicato nel 2006 Sfogliature. Scoop nascosti nei classici presso Johan & Levi. Del 2008 è
Risse da stadio nella Bisanzio di Giustianano, Le notizie di ieri raccontano il mondo di oggi per Rizzoli.
 
I Musica Officinalis sono in concerto alle 21 sul palcoscenico delle Arteficierie Almagià con lo spettacolo SEDJANKI - canti attorno al fuoco, musiche dei Balcani e del vicino Oriente.
I Balcani, e i territori che attorno ad essi si estendono, rappresentano per noi un'area di notevole interesse musicale. Gli stimoli che provengono dai popoli che abitano queste terre sono molto vari, ma ciò che più ci affascina è il ruolo d'osmosi tra oriente e occidente che queste culture hanno svolto nel corso della storia. Non si tratta per questo di luoghi "di passaggio" privi d'identità propria, ma al contrario di una coesione di tessuti culturali diversi.
 
Alle 21:00 al Cinema Jolly la proiezioni di Crossing the bridge (Germania/Turchia, 2005) di Fatih Akin.
Instambul, da sempre snodo culturale tra oriente ed occidente, vista in questo documentario dal punto di vista musicale, percorrendo i vari generi che dalla classica musica araba arrivano all'attuale sound dell'hip-hop.
Cast: Alexander Hacke, Baba Zula, Orient Expressions, Duman, Replikas, Erkin Koray, Ceza.
 
Ingresso gratuito, a parte il cinema a 3 euro.

Informazioni per il pubblico:
Associazione Meditaeuropa 339 4292679
info@meditaeuropa.eu www.meditaeuropa.eu   

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -