Ravenna, �Il pane non si butta� torna per i bambini di Pescaria

Ravenna, ‘Il pane non si butta’ torna per i bambini di Pescaria

RAVENNA - Recuperare il pane e i prodotti da forno rimasti invenduti per costruire nuove speranze: è questa l'idea di ‘Il pane non si butta', iniziativa che, dopo il successo dei passati appuntamenti, tornerà a Ravenna domenica 17 ottobre nella chiesa San Giovanni Battista, domenica 24 ottobre nella chiesa di San Giuseppe Operaio e domenica 7 novembre nella chiesa di San Vittore.

 

In queste tre giornate, il pane rimasto invenduto negli esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa (forno Pane e Companatico di piazza d'Annunzio, forno Missiroli di via Fiume Abbandonato, Coccinella di via d'Azeglio e Faentina e forno La Ravegnana), sarà rimesso in commercio. I fondi raccolti serviranno a proseguire il progetto ‘Una casa per Tiago', in cui ‘Il pane non si butta' rientra, e, in particolare, a portare avanti le iniziative benefiche a favore del villaggio di Pescaria, tra cui i progetti per offrire ai bambini brasiliani cure dentali e iscrizioni scolastiche.

 

Il progetto di solidarietà ‘Una casa per Tiago' è promosso da Barbara Fabbri, presidente dell'associazione Brinquedo. ‘Il pane non si butta' è realizzato con il sostegno dell'assessorato Pari opportunità del Comune di Ravenna.

 

Il ricavato delle due edizioni precedenti de Il pane non si butta (255 euro nella chiesa di San Rocco e 218 euro a Casalborsetti) sarà consegnato a suor Maria che a sua volta lo farà avere a Pescaria per sostenere un corso di musica destinato ai ragazzi della località brasiliana. La religiosa italiana, in visita nel nostro Paese, sabato 9 ottobre alle 17 sarà infatti a Ravenna nella chiesa di San Rocco per portare testimonianza dei progetti realizzati dalla Brinquedo in Brasile, dove opera, grazie al contributo della nostra città.

 

Il ricavato dei prossimi appuntamenti con ‘Il pane non si butta' sarà invece spedito in Brasile successivamente insieme all'incasso della cena benefica che si è svolta quest'estate al bagno Lucciola e alla cifra ottenuta dalla conversione in danaro del carico di quaderni raccolti due anni fa dal liceo classico di Ravenna in collaborazione con l'azienda di spedizioni Tramaco che non è stato possibile spedire. "L'intera somma - spiega Barbara Fabbri - servirà a sostenere l'iscrizione, il pagamento della retta al collegio Adventista di Maceio per un anno intero, e il costo dei libri e delle divise scolastiche di Julio, uno dei numerosi ragazzi poveri di Pescaria".

 

 

L'associazione Brinquedo opera dal 2006 a favore del sostegno dei bambini e delle famiglie in difficoltà di Pescaria. Tra le operazioni di solidarietà realizzate nella località figurano l'acquisto di sette abitazioni, che sono state destinate agli abitanti più poveri del villaggio brasiliano, la realizzazione e messa in opera di una cooperativa sociale, nata con l'obiettivo di dare lavoro agli abitanti della zona, e la costruzione della chiesa intitolata a San Francesco e della biblioteca annessa alla scuola di Pescaria. Tutte le iniziative benefiche sono state possibili grazie al contributo di tanti, privati, enti, associazioni e titolari di attività ravennati che in questi anni hanno abbracciato il progetto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -