Ravenna, il PdL incontra i lavoratori Vinyls

Ravenna, il PdL incontra i lavoratori Vinyls

RAVENNA - Venerdì mattina si è tenuto, nello stabilimento della Vinyls di Ravenna, l'incontro tra i dipendenti dell'azienda e una delegazione del Popolo della Libertà, composta dal consigliere regionale Gianguido Bazzoni, il capogruppo in Consiglio comunale Eugenio Costa e l'esponente del coordinamento provinciale e assessore a Bagnara di Romagna Nereo Foschini.

 

"In queste settimane - ha spiegato Bazzoni ai lavoratori - abbiamo seguito costantemente e con grande attenzione l'evolversi della situazione della Vinyls, sperando in una formalizzazione degli impegni presi dal fondo Gita entro al scadenza del 10 marzo. Abbiamo sempre avuto, e continueremo ad averne, piena fiducia nell'operato del Ministero che si sta adoperando perché siano salvi tutti i posti di lavoro dello stabilimento ravennate e perché si possano riprendere il prima possibile le produzioni. Dopo contatti intercorsi con il Ministero fino a poche ore prima dell'incontro, abbiamo saputo dal ministero che il gruppo Gita ha chiesto una proroga di oltre 30 giorni per la formalizzazione dell'acquisizione della Vinyls, proroga che il Ministero ci ha assicurato che non sarà concessa se il gruppo svizzero non assicurerà entro la fine della prossima settimana lo stanziamento dei 600mila euro necessari all'acquisto del dicloretano da Porto Marghera, e quindi di conseguenza al pagamento degli stipendi di febbraio".

 

"Fermo restando che restiamo fiduciosi che il gruppo Gita mantenga gli impegni, abbiamo assicurato ai lavoratori il massimo sostegno perché la vicenda Vinyls trovi il prima possibile una soluzione. Oltre a seguire da vicino l'evolversi della situazione, con contatti continui con il Ministero, chiederemo al ministro Paolo Romani che, in occasione della sua visita a Ravenna per l'inaugurazione dell'Omc il prossimo 23 marzo, compatibilmente con i suoi impegni, venga in visita allo stabilimento della Vinyls, cosa che, come ci hanno legittimamente rimarcato i sindacati presenti e gli stessi lavoratori, darebbe a Ravenna la stessa dignità che hanno avuto gli altri due stabilimenti di Marghera e Porto Torres che hanno già ricevuto in visita il Ministro. Chiederemo, in caso di altri impegni di Romani per quella data, di rendersi disponibile per un'altra data a breve".

 

"Infine - conclude Bazzoni - ho dato ai lavoratori la mia disponibilità ad accompagnare una delegazione di essi, insieme con le rappresentanze sindacali, a Roma per un incontro al Ministero dal quale avere, in caso di mancato versamento dei soldi nella prossima settimana e di impossibilità del Ministro a venire qui, chiarezza sul futuro della Vinyls in Italia e soprattutto a Ravenna. Sono fiducioso, io come lo stesso Ministero, che la situazione finirà nel migliore dei modi possibili. Quelli di Ravenna sono stabilimenti che hanno sempre avuto un livello di produttività che non si può ignorare. Gli stessi dipendenti hanno dimostrato fino ad ora, monitorando per questioni di sicurezza gli impianti, un senso di responsabilità a cui la politica ha il dovere di rispondere con altrettanta responsabilità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -