RAVENNA - Il sindaco Matteucci risponde ad Ancisi: ''Non diminuiremo le capacità edificatorie''

RAVENNA - Il sindaco Matteucci risponde ad Ancisi: ''Non diminuiremo le capacità edificatorie''

RAVENNA - “La Giunta comunale avvierà solo nelle prossime settimane la discussione sul Rue. È comunque priva di fondamento l’intenzione della Giunta di diminuire, attraverso il Rue, le capacità edificatorie previste dal Psc”. Così il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci e l’assessore comunale Fabio Poggioli, rispondono alle dichiarazioni del consigliere comunale d’opposizione, Alvaro Ancisi.


“In particolare nella definizione della superficie utile non è intenzione dell’Amministrazione comunale ridurre indici – fanno sapere i due amministratori - , potenzialità e dimensionamento previsti dal Piano strutturale comunale, né di modificare gli accordi sottoscritti con i privati”.


“È dunque altrettanto priva di fondamento, oltre che ipotesi impossibile dal punto di vista tecnico, l’affermazione secondo la quale si sarebbe al lavoro per costituire ‘una riserva da utilizzare in successive varianti per altri soddisfacimenti’ – proseguono sindaco e assessore -. Non ci sono testi segreti ma una normale e preliminare attività (per fasi successive) di studio, di simulazioni diverse e di verifica da parte degli uffici. Il Psc approvato dal Consiglio comunale il 27 febbraio, definendo gli assetti strutturali e strategici per il nostro territorio, fissa gli obiettivi e i criteri per l’elaborazione del Regolamento urbanistico ed edilizio e del Piano operativo comunale”.


Fra gli obiettivi a cui l’Amministrazione tiene di più spicca “’innalzamento della qualità urbana, ambientale e sociale delle trasformazioni, al fine di corrispondere sempre meglio alle esigenze delle famiglie; e al tempo stesso, come previsto dal Psc, evitare interventi di carattere immobiliare eccessivamente intensivi che pregiudicano la vivibilità delle nostre città e dei nostri paesi”.


“Con il Rue l’Amministrazione comunale vuole poi raggiungere un secondo obiettivo: semplificazione, chiarezza e leggibilità delle norme – proseguono Matteucci e Poggioli -. Così come il tema della sostenibilità ambientale dei nuovi edifici necessita di essere affrontato in modo assai più approfondito e ampio di quanto non faccia il consigliere Ancisi nella sua nota, con la quale chiede di escludere dal calcolo delle superfici i muri più spessi di 30 centimetri; cosa per altro già prevista, da anni, dagli strumenti regolamentari di questo Comune e dalle successive disposizioni legislative in materia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La Giunta comunale avvierà la discussione su questo tema partendo dagli indirizzi contenuti nel Psc per la definizione del Rue – affermano i rappresentanti della giunta -, per riprendere quel percorso partecipato che ha contraddistinto il lavoro per la definizione del Piano: un confronto aperto che interesserà le sedi istituzionali e la intera comunità ravennate”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -