Ravenna, il turismo tiene nei primi 5 mesi dell'anno

Ravenna, il turismo tiene nei primi 5 mesi dell'anno

Ravenna, il turismo tiene nei primi 5 mesi dell'anno

RAVENNA - Dopo un primo quadrimestre 2011 chiuso in attivo rispetto al medesimo periodo del 2010, con una crescita degli arrivi pari al 10,60% e delle presenze pari al 4,78%, maggio ci consegna un dato di segno negativo, che però non inficia il bilancio di sostanziale tenuta dei primi 5 mesi del 2011. Il dato provinciale su base mensile registra 116.632 arrivi (-8,58% rispetto al maggio 2010) e 388.984 presenze (-12,42% rispetto allo stesso mese del 2010).

 

Il dato più significativo è certamente quello legato al computo presenze, che sono state 55.180 in meno rispetto al maggio 2010. Tale riscontro era sostanzialmente preventivabile a causa dell'assenza, per il maggio 2011, di due festività solitamente trainanti e decisive sul movimento turistico del quinto mese dell'anno, quali il ponte del 1° maggio (per il mercato interno), con la festa dei lavoratori che quest'anno è caduta di domenica, e la pentecoste, che solitamente coinvolge flussi esteri importanti dal centro-nord Europa, ma che quest'anno è caduta ai primi di giugno ( e dunque produrrà i suoi effetti statistici nel mese di Giugno 2011 ). L'assenza delle suddette occasioni di vacanza ha avuto una ripercussione sul dato-mese dei due mercati, con il flusso interno che ha perso 16.675 presenze, mentre lo slittamento a giugno della pentecoste ha comportato un calo di 38.505 presenze straniere.

 

Certamente più significativo, in quanto elaborato su un lasso di tempo più ampio, risulta invece il dato sul periodo complessivo dei primi 5 mesi del 2011. Nello specifico, il dato provinciale risulta di sostanziale tenuta con un totale sul periodo di 314.150 arrivi (+2,61% rispetto allo stesso periodo del 2010), mentre le presenze sono state 935.786 con un calo, rispetto al gennaio-maggio 2010, del 3,13% e pari a circa 30.000 presenze in meno.

Nel periodo gennaio-maggio, il dato di Ravenna città d'arte registra la crescita degli arrivi (totale 81.585, con un incremento del 2,77%) e quella ancora più significativa delle presenze (totale 174.629, con un incremento del 7,25%), mentre per il comparto Ravenna mare, pur con una incoraggiante crescita sul dato arrivi (+4,31 per un totale di 60.124) si conferma una flessione del dato presenze che, nei primi 5 mesi dell'anno, sono state 269.623 (-6,12% rispetto al gennaio-maggio 2010). Va però rilevato come il calo presenze della costa ravennate sia concentrato quasi integralmente nel solo mese di maggio. Infatti, esaminando il riscontro numerico delle presenze sui lidi, si rileva come il dato della flessione sia quantitficato in 17.580 unità di cui ben 16.376 concentrate proprio a maggio. Anche Cervia, pur registrando nel periodo una crescita degli arrivi pari all'1,05% (totale 133.257), perde il 3,47% nelle presenze (totale 380.559). Va comunque rimarcato, ad evidenziare il peso decisivo del comparto costiero, che il dato aggregato di Ravenna mare e Cervia, equivale all'81,5% delle presenze provinciali di maggio e il 69,5% di quelle del periodo gennaio-maggio 2011.

 

Anche la collina registra un lieve calo nel mese di maggio ma non tale da inficiare il riscontro nettamente positivo dei primi 5 mesi dell'anno, nel corso dei quali si è confermato il trend di crescita già rilevato negli ultimi mesi del 2010. In particolare, sul periodo, crescono sia gli arrivi (+4,38%) che le presenze (+7,14%). Faenza conferma la sua consistenza come città d'arte. Infatti, nonostante un lieve calo di presenze nel periodo gennaio-maggio (-1,08%), la città cresce negli arrivi (totale 18.823, con un incremento del 3,15%) e totalizza oltre 48.000 presenze, ponendosi stabilmente come terzo comune della Provincia per numero di pernottamenti. Infine, analizzando il dato dei comuni della Bassa Romagna, si registra, dopo un eccellente 2010, un modesto calo nei primi mesi del 2011. Va però evidenziato come proprio questa destinazione abbia registrato una positiva controtendenza nel mese di maggio con una crescita del 3,26% negli arrivi e dell'8,62% nelle presenze. I primi 5 mesi dell'anno segnalano altresì una crescita contenuta del comparto extra-alberghiero (+0,86% nelle presenze) mentre si registra una flessione di presenze pari al 4,90% nelle strutture alberghiere. Il dato arrivi risulta invece positivo per entrambi i mercati (+10,16% per l'extra-alberghiero; +1,10% per il mercato alberghiero). Come già rilevato, il dato estero ha sofferto in maggio l'assenza dei flussi legati alla pentecoste. In generale il mercato straniero totalizza 221.685 presenze, con un calo del 16,5% rispetto al dato dei primi 5 mesi del 2010, dato che viene parzialmente compensato dal riscontro del mercato turistico italiano, che ha numeri assoluti positivi e che vede i turisti italiani totalizzare 714.101 presenze con una crescita nei 5 mesi pari all'1,9%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -