Ravenna: il 'Romanzo balcanico' di Sidran alla Classense

Ravenna: il 'Romanzo balcanico' di Sidran alla Classense

RAVENNA - Lunedì 15 giugno alle 18 (ingresso libero) il Chiostro della Biblioteca Classense ospiterà il primo appuntamento di ‘Alle 7 della sera (e dintorni...)': protagonista il drammaturgo, poeta, narratore e sceneggiatore Abdulah Sidran che presenterà il suo "Romanzo balcanico" insieme a Cristina Battocletti (giornalista de Il Sole 24 Ore), Giovanni Catellani (assessore alla cultura Città di Reggio Emilia) e Piero Del Giudice (giornalista e scrittore, curatore dell'opera). Interpreta e legge dai testi Claudia Cotti Zelati

Alla base delle quasi mille pagine di Romanzo balcanico le scritture cinematografiche e teatrali e la poesia di Abdulah Sidran - duh, anima e padre spirituale di Sarajevo, capitale secolare della multiculturalità. Partendo da questi testi, il libro affronta le grandi cadenze della fondazione - durante la Seconda Guerra Mondiale e la Resistenza - della crescita drammatica, dello sviluppo e della dissoluzione della Jugoslavia. Ravenna capitale del Mediterraneo si confronta così attraverso l'opera di  Abdulah Sidran con le aree culturali e sociopolitiche che si affacciano al suo mare, con il fronte dei Balcani, la ex-Jugoslavia e la Bosnia Erzegovina.

Questo appuntamento arricchisce ulteriormente il legame tra il Festival e Sarajevo - città della coesistenza pacifica - dove nel 1997 ebbe luogo il primo appuntamento con "Le vie dell'Amicizia" di Ravenna Festival e dove, in questa edizione del ventennale, ha deciso di ritornare con il concerto diretto da Riccardo Muti alla guida dei complessi del Maggio Musicale Fiorentino il prossimo 13 luglio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -