Ravenna, immigrazione. Documento di Ancisi (Lpr) in Consiglio divide la maggioranza

Ravenna, immigrazione. Documento di Ancisi (Lpr) in Consiglio divide la maggioranza

Un ordine del giorno presentato dal capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, rivolto a sostenere una corretta politica d'integrazione degli stranieri residenti in Italia, ha provocato lunedì sera un acceso dibattito in consiglio comunale e una spaccatura della maggioranza in sede di votazione.

 

L'ordine del giorno di Ancisi ne riprendeva un altro, avente il medesimo oggetto, votato dal consiglio comunale nel maggio scorso e presentato dai consiglieri stranieri aggiunti, di cui ha raccolto e modificato la parte propositiva, in quanto - sostiene Ancisi - "capace di unire le forze politiche al di là degli schieramenti, ed eliminando quella "negativa", contenente accuse al governo nazionale e tesa ad alimentare contrasti inutili e dannosi ai fini dell'integrazione stessa".

 

In sintesi, lo scopo dell'ordine del giorno era di sollecitare, ad ogni livello di governo delle istituzioni pubbliche italiane, l'attivazioni di politiche efficaci per l'ingresso regolare degli immigrati in Italia; la sicurezza e l'ordine pubblico; il rispetto dei diritti civili e umani; la reciprocità dei doveri.

 

"Un atteggiamento di mera contrapposizione di parte ad un documento sottoscrivibile da tutti ha portato i capigruppo del PD e del Movimento per la Sinistra - racconta Ancisi - a dichiarare voto contrario, da cui però si sono differenziati il PRI e Sinistra Democratica, che hanno votato a favore dell'ordine del giorno e, nel PD, il presidente del consiglio comunale, Fabbri, che si è astenuto.

La vicenda resta comunque sconcertante nel suo complesso". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -