Ravenna, immigrazione. L'assessore: "Accogliamo i profughi dal 2001"

Ravenna, immigrazione. L'assessore: "Accogliamo i profughi dal 2001"

Ravenna, immigrazione. L'assessore: "Accogliamo i profughi dal 2001"

RAVENNA - "La città di Ravenna, tramite una apposita convenzione con il Ministero degli Interni, accoglie profughi e richiedenti asilo politico dal 2001. Quasi mille sono stati in questi anni i cittadini fuggiti da conflitti, guerre, o persecuzioni che hanno trovato accoglienza nelle strutture ravennati. Ancora oggi sono 45 i posti di accoglienza che Ravenna, tramite il progetto SPRAR assicura a queste persone". Lo ha detto Ilario Farabegoli, assessore all'immigrazione del Comune.

 

"Ora è giunto il momento che a dare il proprio contributo siano quelle realtà che fino ad oggi, o per opportunismo, o per "distrazione", hanno ritenuto di non impegnarsi in questa attività di accoglienza e ospitalità. L' Amministrazione Comunale di Ravenna non intende andare oltre ai 45 posti che già sta gestendo, a prescindere dalla disponibilità o meno di strutture, e mi auguro che non si voglia investire il territorio di un progetto così impegnativo e gravoso senza tener conto del parere vincolante dell'Amministrazione. In questi anni, soprattutto i Comuni governati dal centro destra, ed in particolare quelli con sindaci leghisti, hanno giocato allo scarica barile con gli immigrati, che spesso hanno dovuto trovare accoglienza in comuni amministrati dal centro sinistra. Ora basta!"

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questa destra, e in particolare la Lega-Nord - dice ancora Farabegoli - diano l'esempio, siano i Comuni da loro amministrati per primi ad offrire case, posti letto e ospitalità. Ma non ci avevano detto che grazie ai ‘potenti' accordi bilaterali messi in atto dal nostro Governo si era risolto il problema sbarchi? Si facciano quindi loro, per primi, promotori di un progetto di accoglienza di profughi che oggi, il loro amico Gheddafi, non può più trattenere e massacrare nel deserto libico, perché  questo era il vero accordo bilaterale. Il fallimento delle politiche sull'immigrazione da parte di questo governo e della Lega Nord è clamoroso e non può essere sottaciuto. Ravenna resterà una città accogliente e solidale, ma questa volta vorrei prima sapere di quanti profughi si farà carico Tosi a Verona,  o Gentilini a Treviso, e forse, Ravenna, deciderà di accoglierne uno in più di loro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -