Ravenna, in tre anni oltre 80 milioni per le opere pubbliche

Ravenna, in tre anni oltre 80 milioni per le opere pubbliche

Ravenna, in tre anni oltre 80 milioni per le opere pubbliche

RAVENNA - Opere pubbliche, oltre 80 milioni di euro di investimenti fino al 2012. E' quanto è stato licenziato dalla Giunta nei giorni scorsi, in relazione al piano triennale degli investimenti per le opere pubbliche. Risorse per le strade, riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico, interventi anti-erosione costiera, ma anche la realizzazione di una nuova scuola materna: questi alcuni degli obiettivi del 2010, per il quale sono stati stanziati 30,5 milioni di euro.

 

Si tratta della prima stesura del programma degli interventi - di importo superiore ai 100mila euro ciascuno - per i prossimi tre anni, dal 2010 al 2012, che sarà prossimamente discusso anche dalla Commissione consiliare, dalle Circoscrizioni e dei componenti del Tavolo dell'Economia (sindacati, associazioni, centrali cooperative, consumatori).

 

Il documento sarà parte integrante del bilancio 2010 che verrà sottoposto all'esame del Consiglio Comunale.

 

La spesa complessiva prevista per gli investimenti nel triennio - 2010, 2011 e 2012, è di 80 milioni 772mila 672 euro.

 

La parte del piano riferita agli interventi da realizzarsi nel 2010, per un totale di 30 milioni 517mila 727 euro, di cui oltre 12 milioni di risorse comunali, prevede in via prioritaria risorse per le strade, la manutenzione e riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico, interventi antierosione, ma prevede anche la realizzazione di una nuova scuola materna, il proseguimento dei lavori di riqualificazione della piazza delle antiche carceri e del mercato coperto da finanziarsi per 8milioni 500 mila attraverso un project financing.

 

Alle strade, fra manutenzione, ordinaria e straordinaria, riqualificazione e pubblica illuminazione vanno 11 milioni 110mila euro.

 

"Abbiamo dato priorità alla manutenzione del nostro patrimonio viario - commenta l'assessore ai lavori pubblici Andrea Corsini - perseguendo l'obiettivo della sicurezza. Per farlo, ci avvarremo degli introiti provenienti dalla vendita delle reti del gas a Hera. Grazie a questa operazione oggi siamo in grado di dare una risposta, anche se non esaustiva, alle esigenze di manutenzione stradale. Sempre su versante della sicurezza riserviamo risorse importanti alle scuole".

 

Un'altra voce rilevante del piano, infatti, riguarda la manutenzione degli immobili: 300 mila euro vanno agli interventi di sistemazione del cimitero monumentale (lo stesso importo è previsto nel 2011) a cui si sommano 3milioni 540mila euro di lavori nelle scuole e negli impianti sportivi. Agli interventi antierosione sono destinati 1.500 mila euro, mentre alla valorizzazione delle pialasse, e alle zone naturali sono destinati 660 mila euro e alle fognature 2milioni 112 mila euro.

 

Fra le nuove realizzazioni si prevedono una nuova scuola materna al villaggio S.Giuseppe, il nuovo polo degli uffici comunali nel corso Sud, spogliatoi nell'impianto sportivo di Ponte Nuovo, la prosecuzione dei lavori del sesto e settimo lotto del Museo archeologico di Classe (2milioni 135 mila euro).

 

"Di fronte a un patto di stabilità che continua a strangolare gli enti pubblici - afferma l'assessore Corsini -, questo programma rappresenta un importante sforzo in termini di risorse. Attraverso un'attenta analisi dei bisogni del nostro territorio abbiamo cercato di cogliere le giuste priorità. Ma chiediamo con forza che vengano allentati i vincoli finanziari, solo così potremo disporre delle risorse adeguate per sostenere gli investimenti necessari per migliorare i servizi della città e dare un impulso allo sviluppo dell'economia locale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -