Ravenna, inaugurato il nuovo ponte mobile. Matteucci: "Opera fondamentale"

Ravenna, inaugurato il nuovo ponte mobile. Matteucci: "Opera fondamentale"

Ravenna, inaugurato il nuovo ponte mobile. Matteucci: "Opera fondamentale"

RAVENNA - E' stato inaugurato sabato scorso il nuovo ponte mobile a Ravenna. "Il nuovo ponte mobile - afferma Fabrizio Matteucci -  è un'opera fondamentale per la viabilità del porto e della città. Produrrà sicuramente dei benefici alla fluidità del traffico cittadino, in particolare per le strade della zona Nord di Ravenna come via Maggiore, via San Gaetanino, via Darsena". L'opera realizza un tratto fondamentale della circonvallazione esterna di Ravenna  con un generale miglioramento della viabilità cittadina.

 

>  GALLERIA FOTOGRAFICA

 

"Dall'inizio di questo mandato - dice Matteucci -, oltre alla realizzazione della nuova via Baiona e del suo nuovo prolungamento e collegamento con la Romea che ha determinato un miglioramento della sicurezza e la separazione del traffico industriale da quello cittadino, sono stati aperti due stralci della circonvallazione Nord. Con la realizzazione del nuovo  ponte mobile, di fatto, si rende percorribile tutto l'anello della circonvallazione interna di Ravenna".

 

"Oggi la priorità è la realizzazione della circonvallazione esterna, il collegamento fra la S.S. 16, la S.S. 67, la S.S. 309 Dir  tramite la realizzazione del Bypass sul Candiano - ricorda il sindaco -. Questa opera è necessaria per togliere  il traffico pesante dalle strade che devono svolgere una funzione di collegamento urbano e per consentire lo sviluppo del nostro porto".

 

"Insieme all'Autorità Portuale stiamo lavorando per raggiungere anche questo obiettivo, consapevoli che si tratta di un'opera complessa  ed onerosa, ma alla quale non possiamo rinunciare per garantire alla città sviluppo e vivibilità - sostiene il primo cittadino -. E' evidente a tutti che  Ravenna soffre di una rete stradale statale inadeguata.  Pur  essendo consapevole delle difficoltà economiche che sta vivendo il paese, credo sia inaccettabile che non siano previsti interventi di adeguamento delle nostre strade statali neppure quelli che devono migliorare il livello di sicurezza".

 

"I costi della gestione del nuovo ponte sono a carico dell'Autorità portuale e del Comune e quindi a carico dei cittadini - prosegue Matteucci -. E'  stata individuata la forma di gestione più efficace ed economica affidandola  in  una prima fase alla impresa che ha realizzato l'opera. Il  coinvolgimento della SILM 2008 avrebbe prodotto dei costi inaccettabili.  Ho voluto io che nel corso della cerimonia di inaugurazione di questa mattina prendesse la parola un rappresentante dei lavoratori che ha così potuto esporre le proprie ragioni".

 

"Trovo sconcertante il modo in cui la proprietà che per molti anni ha guadagnato fior di quatrrini sulla base della concessione della gestione del vecchio ponte mobile ha scaricato i lavoratori - conclude il sindaco -. Che forse in questi ultimi anni sono stati mal consigliati. Lunedì, come facciamo di fronte a tutte le crisi aziendali, l'Assessore Casadio convocherà un tavolo per valutare la situazione di questi lavoratori scaricati così brutalmente da un'azienda che ha guadagnato anche grazie al loro lavoro. Rimane evidente che è  impensabile ipotizzare una soluzione nell'ambito della gestione di un ponte non più a pagamento ma liberalizzato".   


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -