Ravenna, investì connazionale per 100 euro. Condannato a sei anni

Ravenna, investì connazionale per 100 euro. Condannato a sei anni

Ravenna, investì connazionale per 100 euro. Condannato a sei anni

RAVENNA - Investì con l'auto un connazionale per la mancata restituzione di 100 euro. Un marocchino di 38 anni, M.E.Q. le sue iniziali, è stato condannato dal gip del tribunale di Ravenna, Anna Mori, a sei anni di reclusione, accogliendo pienamente le richieste del pm Isabella Cavallari. L'imputato era difeso dall'avvocato Gianluca Berger. Il malcapitato riportò ferite giudicate guaribili in una decina di giorni. Fu lui stesso ad indicare ai Carabinieri chi lo investì.

 

L'episodio si è consumato nel novembre scorso a Lavezzola, in via Bastia. Il 38enne ebbe una violenta discussione con il connazionale, M.S.E. le sue iniziali, per via di un piccolo credito, 100 euro che dovevano tornare nelle tasche di M.E.Q. Esasperato dall'ennesima richiesta, quest'ultimo salì a bordo della sua "Fiat Punto", travolgendo il connazionale. Quindi si diede alla fuga. Arrestato dai Carabinieri, ha beneficiato degli arresti domiciliari in attesa della sentenza.

 

Prima della decisione del giudice, l'imputato ha offerto un centinaio di euro alla parte offesa come risarcimento danni. Ma questo non è servito per precludere il riconoscimento dell'attenuante. Lunedì l'epilogo, con la condanna a sei anni di reclusione per tentato omicidio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -