Ravenna, l'Acigay su Lido di Classe: "Prostituzione non molesta"

Ravenna, l'Acigay su Lido di Classe: "Prostituzione non molesta"

Ravenna, l'Acigay su Lido di Classe: "Prostituzione non molesta"

RAVENNA - Nessun degrado a Lido di Classe, come indicato dalle famiglie tedesche che hanno inviato una lettera di protesta ad un quotidiano. E' l'opinione dell'Arcigay di Ravenna "Frida Byron". Il problema è stato portato all'attenzione del consiglio regionale da Gianguido Bazzoni, consigliere regionale del PdL. "Quello che risulta a noi di Arcigay, è che attualmente a Lido di Classe sono presenti una ventina di ragazze transessuali, per la maggior parte residenti e in regola con i permessi".

 

"Del resto se non lo fossero sarebbero state intercettate dagli assidui controlli quotidiani delle forze dell'ordine per strada e nelle abitazioni: siamo stati fermati anche noi per un controllo quando il mese scorso siamo andati a verificare lo stato delle cose: non abbiamo visto nessuna davanti ad alcun albergo, niente di osceno, a meno che non siano oscene anche le veline succintamente vestite nelle pubblicità Tv (ma certo nessuno si straccia... le vesti per questo)".

 

Ed infine: "Comunque decisamente meno presenze delle prostitute che abbiamo incontrato domenica scorsa agli incroci del viale di Miramare di Rimini quando siamo andati alla manifestazione regionale contro l'omofobia e la transfobia. Appare ovvio che le transessuali residenti abbiano tutto l'interesse a comportarsi bene mantenendo buoni rapporti con il vicinato, mentre sappiamo che alcune che erano solo di passaggio hanno violato la legge con atti osceni e disturbo della quiete pubblica e sono state giustamente sanzionate e allontanate dalle forze dell'ordine con buona pace di tutti".

 

Ed infine: "Crediamo che il consigliere Bazzoni dovrebbe venire a verificare di persona l'esistenza del "degrado" con cui si continua a screditare Lido di Classe prima di distogliere l'attenzione del Consiglio Regionale da questioni ben più importanti, ad esempio come porre riparo ai possibili tagli alla sanità regionale menzionati in questi giorni dal governo. Riteniamo che l'impegno profuso dalle forze dell'ordine dovrebbe essere distribuito in maniera proporzionale alla probabilità che un crimine venga commesso in una determinata area per poterlo prevenire: non ci risultano accoltellamenti periodici a Lido di Classe, come invece si verificano ormai con cadenza annuale in altre località del Comune".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Arcigay Frida Byron Ravenna
    Arcigay Frida Byron Ravenna

    Gentile Signore, l'Arcigay Frida Byron vuole tutelare la verità, nel rispetto di tutti. I residenti di lido di Classe non sono certamente tutelati dal discredito che viene ultimamente diffuso da certi politici. Contrariamente a quanto si legge sui quotidiani infatti, gli arrivi a Lido di Classe sono in testa alla classifica del comune con un aumento del +31,02% tra il 2008 e il 2009, dato ben superiore almisero 1,14% della media delle località marittime di Ravenna e seguito a grande distanza dal +10.25% di Punta Marina, mentre gli arrivi di Marina di Ravenna sono addirittura diminuiti del 3.44% (dati a disposizione di tutti e forniti dal Servizio del Turismo del Comune di Ravenna) Inoltre la contrazione del mercato immobiliare sbandierata dal consigliere Bazzoni è semplicemente una reazione fisiologica alla crisi, tant'è che come comunicato dall'Osservatorio Nazionale Immobiliare Turistico per il 2009 non c'è differenza tra Cervia, Marina di Ravenna e Lido di Classe: i prezzi in tutte le località hanno subito una contrazione di appena lo 0,2% (molto meno del -1,3 dell'Argentario o del -1,6% di Fregene). Sicuramente sono più dannose per il mercato immobiliare di Lido di Classe le bombe mediatiche lanciate dal Consigliere Bazzoni che, pur senza citare alcuna fonte statistica ufficiale, rischiano di spaventare i possibili acquirenti. Siamo convinti che ci siano gli estremi per una richiesta di danni in una class action se la questione dovesse proseguire in questi termini e invitiamo i proprietari interessati a questa azione a contattarci a info@fridabyron.org per coordinarsi in tal senso. Sarà nostra cura mettere a conoscenza il Consiglio Regionale sulla reale situazione del turismo e del mercato immobiliare a Lido di Classe e a richiedere che azioni a discredito non supportate da dati ufficiali cessino immediatamente.

  • Avatar anonimo di Max67
    Max67

    L'Arcigay cosa vuol tutelare? I residenti di Lido di Classe o quel nutrito branco che abitualmente fraquentano la pineta?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -