Ravenna, l'annuncio del sindaco: "Nel 2011 sforeremo il Patto di stabilità"

Ravenna, l'annuncio del sindaco: "Nel 2011 sforeremo il Patto di stabilità"

Ravenna, l'annuncio del sindaco: "Nel 2011 sforeremo il Patto di stabilità"

Se si volesse rispettare l'obiettivo fissato dal Patto di stabilità, il Comune di Ravenna, tra il 2010 e il 2011, dovrebbe migliorare il proprio saldo di circa 15,2 milioni di euro. Tuttavia "nel 2011 il Comune di Ravenna sforerà il Patto - annuncia il sindaco Fabrizio Matteucci- sotto una certa soglia, per i servizi ai cittadini non sono disposto a scendere". Alberto Cassani, assessore al Bilancio, spiega che per raggiungere gli obiettivi dal Patto, "bisogna massacrare la spesa sociale o smettere di fare investimenti".

 

Nel 2011, infatti, "non basterà stringere la cinghia, dovremo decidere se il Patto si può rispettare o no". E Matteucci avverte: "Per garantire l'assistenza a chi ne ha bisogno o i servizi ai bambini, sono pronto a sforarlo dieci volte il Patto".

Inoltre, fa sapere, "questa mattina ho incontrato il presidente dell'Anci, Chiamparino, e il sindaco di Bologna, Delbono. Metteremo a punto delle forme di protesta". Ma, anticipa, "non ci faremo fotografare in mutande come i sindaci di centrodestra. Studieremo altre forme di richiesta visibili".

 

La questione è ancor più delicata se si tiene presente "l'ultima novità introdotta dalla finanziaria, e cioé- come ricorda Cassani- il commissariamento dei Comuni che non rispettano il Patto". Il Governo, attacca Matteucci, "ci tratta come mafiosi". La sorte del Comune che sfora, infatti, osserva il primo cittadino di Ravenna, è "la stessa riservata a quelli mafiosi, cioè lo scioglimento".

 

Dalla Finanziaria 2010, spiega Cassani, "ci si aspettava un alleggerimento, invece c'è solo la possibilità di misurare l'obiettivo del Patto sul triennio invece che anno per anno". Magra consolazione, visto che "lo sforzo richiesto ai Comuni è quintuplicato rispetto alla misura in cui incidono sul debito pubblico".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -