Ravenna, l'assessore Piaia difende il corso per casalinghi

Ravenna, l'assessore Piaia difende il corso per casalinghi

RAVENNA - "Non sono abituata a creare dialoghi via mezzo stampa, ma allo stupore del Consigliere Costa sento di dovere rispondere in modo circostanziato. Innanzitutto uno dei pregi dell'iniziativa volta a insegnare agli uomini il lavoro domestico è che il costo è zero. Ogni iniziativa ha certo un costo di base che in questo caso è solo la stampa dei manifesti e del depliant sui laboratori": lo dice l'assessore Piaia in merito alle polemiche sorte relative al corso per "casalinghi".

 

"In altre città, un simile programma, è stato affidato, una volta stabiliti contenuti e finanziamento a un ente di formazione. L'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Ravenna ha proposto alla specifica Commissione Consigliare e al Tavolo Lavoro Conciliazione Salute delle Donne una formula più partecipata e creativa che valorizza le competenze, l'apporto gratuito e la promozione delle Associazioni Culturali e di Volontariato attive sul nostro territorio come si evince dal programma. Un lungo elenco: GRAS, RA GAS Gruppi Acquisto Solidale, Cooperativa Sociale Villaggio Globale, Mercato contadino, Laboratorio cucito Prima Circoscrizione, Banca del Tempo "Ogni ora più vicini", Gruppo di interesse Corsi di Cucina Ravenna, Associazione Poderi Romagna.

Queste Associazioni sono in grado di trasmettere il valore dell'impegno pubblico a favore di un consumo attento, critico, intelligente e cooperativo nella gestione delle cose private quanto del bene pubblico".

 

"A un Consigliere attento quale si mostra il Costa andrebbe anche richiamata l'attenzione al luogo dove si svolgono gli incontri: il Centro famiglie è un servizio importante e da far conoscere, soprattutto promuovendo iniziative varie e differenziate per contenuti e problematiche che riguardano i differenti cicli vitali della famiglia, compreso ovviamente anche la crisi della coppia.

La Campagna di Comunicazione Sociale, patrocinata da Pubblicità Progresso, si accompagna ad una fitta rete di incontri che sto svolgendo nei momenti assembleari degli studenti delle Scuole Superiori dove incontro un interesse molto vivo sui temi del genere maschile e femminile, delle immagine nella pubblicità e sulla realtà della vita quotidiana".

 

"Un ultima ragione, ma ultima solo in ordine di presentazione, questo impegnativo programma di iniziative vuole confermare la coerenza fra quanto viene dichiarato, sottoscritto, deliberato e poi realizzato. Il principio dello Statuto del Comune di Ravenna , oggetto di dibattito condiviso all'Art 2 Punto C recita: "Il Comune promuove la valorizzazione del lavoro di cura nella famiglia e la condivisione delle responsabilità familiari tra uomini e donne".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -