Ravenna: l'ateneo incontra l’azienda F.lli Righini

Ravenna: l'ateneo incontra l’azienda F.lli Righini

RAVENNA - È stata l'azienda F.lli Righini, realtà produttiva specializzata nella progettazione, costruzione e assemblaggio di attrezzature e impianti nell'ambito dell'industria offshore oil & gas, la quarta tappa del ‘tour' promosso da Comune di Ravenna, Fondazione Flaminia e corsi di laurea ravennati nelle aziende del territorio. L'iniziativa rientra nell'ambito del ciclo di visite alle realtà produttive locali programmate al fine di individuare le modalità con cui l'università può essere di sostegno allo sviluppo locale e internazionale dell'economia ravennate. All'incontro, che si è svolto nella sede dell'azienda ravennate in via Trieste, erano presenti oltre al vicesindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi, il presidente Renzo Righini e Franco Argelli dell'azienda F.lli Righini, la professoressa Elena Fabbri, rappresentante di Scienze Ambientali, il professor Marco Bragadin, rappresentante di Ingegneria Edile, Diego Marazza, assegnista di ricerca del gruppo di ricerca sulla gestione ambientale che fa capo al professor Andrea Contin, Roberto Nicolucci, membro del consiglio di amministrazione di Fondazione Flaminia in rappresentanza di Confindustria Ravenna e Antonio Penso, direttore di Fondazione Flaminia.

 

Righini ha espresso piena disponibilità a collaborare con l'università di Ravenna: "La crescita e lo sviluppo dell'attività della F.lli Righini è legata all'impiego di risorse umane adeguate, con una formazione superiore. In termini di tecnologia e innovazione, inoltre, l'università, e la ricerca sviluppata al suo interno, possono fornire un apporto fondamentale per la crescita del settore di cui mi occupo". Pur riconoscendo maggiore affinità con l'ingegneria meccanica, che a Ravenna non è presente, Righini ha messo in luce la possibilità di trovare contatti e sviluppare collaborazioni con i corsi di laurea ravennati ad esempio nel campo degli studi giuridici, per quanto riguarda la contrattualistica internazionale o la protezione di brevetti, progetti e idee.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'incontro col mondo produttivo locale possono nascere grandi benefici anche per i corsi di laurea ravennati: "Realtà come questa possono essere di grande stimolo per l'università ad ‘uscire dalle proprie stanze' e produrre conoscenza finalizzata allo sviluppo e alla crescita economica del territorio. Senza contare - ha sottolineato Mingozzi - all'opportunità che può rappresentare per uno studente o laureato formarsi attraverso tirocini in questa palestra d'eccezione". L'incontro si è concluso con una proposta formulata dal vicesindaco e Righini: dare vita a Ravenna ad un biennio di specializzazione di studi ingegneristici improntati al mondo dell'offshore. "Sarebbe un'operazione strategica per Ravenna il cui tessuto produttivo si concentra in larga parte su questo settore: qui mancano completamente competenze di questo genere a differenza di altri Paesi come Olanda, Inghilterra o Norvegia, dove invece vengono appositamente formate", ha fatto notare Righini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -