Ravenna, la Cgil: "Incertezza sul futuro dell'Astoria"

Ravenna, la Cgil: "Incertezza sul futuro dell'Astoria"

Ravenna, la Cgil: "Incertezza sul futuro dell'Astoria"

RAVENNA - Le difficoltà che stanno affrontando le sale cinematografiche a Ravenna non hanno riflessi negativi solo sull'offerta culturale ma anche sul fronte occupazionale. Al mancato rinnovo della gestione del cinema Jolly alla società Jolly.doc Sas, si aggiunge ora l'incertezza sulle sorti dei lavoratori della multisala Astoria. E' stato comunicato verbalmente ai quattro dipendenti che la multisala rimarrà chiusa dal 21 giugno e nulla si sa sulla data della riapertura.

 

Nella struttura sono impiegate quattro persone che svolgono quotidianamente tutta l'attività che garantisce il funzionamento della multisala: la conduzione degli spettacoli, montaggio, affissioni, cassa etc. La multisala nel 2005 è stata oggetto di un considerevole ampliamento; le presenze nell'ultimo triennio, nonostante la crisi del settore, sono state in piccolo ma costante aumento. Attualmente il cinema di via Trieste attira tra le 170/180.000 presenze all'anno.

 

"Di fronte all'incertezza sulla riapertura  e per dissipare voci sul futuro della struttura che stanno disorientando i lavoratori - commenta Raffaele Vicidomini, segretario provinciale Slc Cgil -, ritengo necessario che venga fatta chiarezza dall'Haver srl, società acquisita da Acmar nel 2003. Abbiamo più volte sollecitato un incontro con i vertici societari che ad oggi non è ancora stato concesso".


Vicidomini affronta anche il tema del difficile momento che sta vivendo la cultura in generale: "Ritengo necessario fare partire da Ravenna, anche nell'ottica del percorso della candidatura della città a capitale europea della cultura, un forte segnale di attenzione per il settore che coinvolga tutti i soggetti interessati e che sensibilizzi la cittadinanza. Sono necessari momenti di confronto che sappiano unire tutti i lavoratori del settore e i cittadini che hanno a cuore la cultura. Per questo motivo, oltre all'invito a partecipare allo sciopero generale del 25 giugno, già in questi giorni la Slc Cgil aderirà all'iniziativa del sindacato della scuola della Cgil garantendo la propria presenza nel gazebo allestito in piazza del Popolo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -