Ravenna, la cultura della vela e l'amore per il mare arriva nelle scuole

Ravenna, la cultura della vela e l'amore per il mare arriva nelle scuole

Ravenna, la cultura della vela e l'amore per il mare arriva nelle scuole

RAVENNA - Ha l'obiettivo di diffondere e promuovere lo sport della Vela e la cultura marinara il progetto "VelaScuola" voluto e sviluppato dal Circolo Velico Ravennate di Marina di Ravenna. I destinatari sono 24 classi e un totale di 500 alunni delle Scuole Secondarie Statali di I° Grado "Mario Montanari" di Ravenna e "Enrico Mattei" di Marina di Ravenna. Il percorso si svilupperà in 3 incontri per ogni classe programmati nei mesi di marzo, aprile e maggio nelle aule delle scuole.

 

 Nel corso delle "lezioni", si analizzerà a trecentosessanta gradi il rapporto con il mare e lo sport della vela, affrontando temi trasversali quali la sicurezza in mare, la gastronomia, gli aspetti ambientali, storici e artistici di questo sport. Questi i titoli delle lezioni tenute da Jacopo Mutti, Coordinatore attività sportive per il Circolo Velico Ravennate: Accoglienza in equipaggio; La scoperta dell'America in cucina; L'arte in Mare; Le esplorazioni e l'orientamento geografico; L'erosione Costiera; L'esperienza del Cantiere Nautico; Lo sport della Vela; Progetto "Bagniamoci i Piedi".

 

"Collaborare alla crescita della società in cui si è immersi è un nostro scopo - ha affermato Guido Guadagni, velista, consigliere e responsabile comunicazione del Circolo Velico Ravennate -. Lo facciamo ogni giorno curando la pratica dello sport giovanile, pensando sia lo strumento principe per insegnare a misurarsi con la competizione, il rispetto delle regole e la collaborazione. Costruire queste iniziative di largo respiro culturale è importante per aiutare a ritrovare le profonde radici marinare della nostra comunità".

 

"Vogliamo ritrovare il rapporto tra Ravenna, la navigazione a vela e la marineria - ha aggiunto Guadagni -,  un rapporto che è sempre stato fecondo ma che con l'industrializzazione del porto si è andato perdendo. Riflettere sui temi del mare e ciò che vi ruota attorno a Ravenna significa ritrovare i fondamenti storici di una città che deve le proprie fortune del passato e soprattutto del presente al mare e al suo porto".

 

"Il progetto che il Circolo Velico Ravenna sta sviluppando per la ricostruzione della cultura marinara della nostra città e la riscoperta del suo porto, ed al quale abbiamo dato con piacere il patrocinio, rappresenta per gli studenti una opportunità di conoscenza ed approfondimento del nostro territorio e della cultura marinara che ci è propria - ha proseguito l'assessore alla scuola Electra Stamboulis -.  Il rapporto fra i Circoli, le Associazioni sportive ed il mondo della scuola è sicuramente un valore aggiunto ed offre l'occasione ai nostri ragazzi di fare esperienze e di apprendere in modo nuovo concependo la scuola anche all'esterno vivendola all'aperto e in luoghi e situazioni diverse."

 

"Le attività proposte nell' ambito del progetto "Velascuola", al quale hanno partecipato 12 classi della scuola secondaria di 1° grado M.Montanari, hanno offerto ai nostri ragazzi l' opportunità di conoscere la cultura del mare e di avvicinarsi alle tradizioni ad essa legate", ha commentato Nadia Gardini, Dirigente scolastico del Montanari.

 

 "Ravenna e il mare è da sempre una storia complessa fatta di dimenticanze e di riscoperte. Oggi il mare è rinato - ha sottolineato Vittore Pecchini, Dirigente Scolastico del Mattei -. E' rinato con la spiaggia ed è rinato con il porto. Ma un porto  che a malapena si vede. Un porto che i bambini ed anche gli adulti non conoscono. Ringrazio il Circolo Velico Ravennate che ha dimostrato un entusiasmo tanto profondo coinvolgendo le scuole e tutto il paese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -