Ravenna, la metà dei rifiuti raccolti in maniera differenziata

Ravenna, la metà dei rifiuti raccolti in maniera differenziata

Ravenna, la metà dei rifiuti raccolti in maniera differenziata

Più rifiuti, ma anche più raccolta differenziata. E' quanto emerge dai dati elaborati da Hera Ravenna, secondo la quale in tutto il 2008 sono state raccolte in modo differenziato 126.491 tonnellate di rifiuti su un totale di 251.764 tonnellate (50,24%). Ottimi i risultati ottenuti da Massa Lombarda (66,80%) e Cotignola (65,34%). Attraverso la termovalorizzazione sono stati generati quasi 35 milioni di Kwh, fabbisogno annuale di energia di circa 15mila famiglie.

 

I Comuni considerati dall'indagine sono Ravenna, Lugo, Cervia, Russi, Alfonsine, Bagnara, Bagnacavallo, Cotignola, Fusignano, Conselice, Massa Lombarda e Sant'Agata sul Santerno, in base ai criteri stabiliti dalla delibera regionale n. 1620/01.

 

Rispetto al 2007 la produzione complessiva di rifiuti solidi urbani è aumentata di 6.564 tonnellate, pari al +3,98% (si è passati dalle 245.201 tonnellate del 2007 alle 251.764 tonnellate del 2008).

 

Al raggiungimento del 50,24% di raccolta differenziata hanno contribuito, oltre all'importante impegno dei cittadini, le azioni di potenziamento della raccolta differenziata messe in campo da Hera durante l'anno (estensione della raccolta differenziata sul litorale a servizio di bagni e attività commerciali e di ristorazione, ampliamento della dotazione di cassonetti per il rifiuto vegetale a Ravenna e nei lidi, apertura della stazione ecologica di Mezzano, posizionamento di 76 nuovi contenitori per la raccolta differenziata di carta, plastica, rifiuto indifferenziato, organico, sfalci, vetro, carta e cartone nei comuni della Bassa Romagna serviti, posizionamento di 56 nuovi contenitori per la raccolta di carta e plastica a Cervia e allestimento di 20 nuovi ecopunti per la raccolta di carta, vetro e plastica a Ravenna, lidi e frazioni).

 

Sui risultati ottenuti nel corso dell'anno hanno inoltre influito alcune variabili come gli interventi straordinari di potatura effettuati nel Comune di Cervia, i conferimenti di una delle realtà produttive più significative del Comune di Cotignola e i flussi turistici che insistono sui comuni della riviera oltre al maggior livello di "assimilazione" agli urbani dei rifiuti prodotti dalle attività produttive e commerciali (per "maggior livello di assimilazione" si intende che nell'ambito della gestione dei rifiuti urbani rientrano, in ottemperanza ai regolamenti delle Agenzie degli Ambiti Territoriali Ottimali o dei Comuni, anche rifiuti prodotti da utenze non domestiche per quote più elevate rispetto ad altre situazioni).

 

L'attività di recupero materia e di riciclaggio, sviluppata in particolare attraverso la raccolta differenziata, è integrata da quella relativa al recupero energetico. Nel 2008 i rifiuti avviati all'impianto di produzione di combustibile da rifiuto sono stati pari a   135.089  tonnellate, di cui  121.916 rifiuti urbani.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Complessivamente sono state prodotte  42.342  tonnellate di Cdr (Combustibile da rifiuto) che, trattate nell'impianto di termovalorizzazione, hanno generato  34.677.792 KWh, quantità in grado di soddisfare il fabbisogno annuale di energia elettrica di circa 15.000 famiglie.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -