Ravenna, la Municipale si rinnova: super agenti e nuove pattuglie

Ravenna, la Municipale si rinnova: super agenti e nuove pattuglie

Ravenna, la Municipale si rinnova: super agenti e nuove pattuglie

RAVENNA - Prosegue il rinnovamento della Polizia municipale di Ravenna, nel segno della prevenzione, con il progetto " Viviamo la città senza paura", finanziato per 33mila euro dalla Regione Emilia Romagna, selezionato tra i primi cinque progetti tra i 28 presentati dai vari Comuni dell'Emilia Romagna. La Municipale si appresta così a dare il via a nuove azioni, per prevenire situazioni di rischio e aumentare il livello di sicurezza sul territorio.

 

Il progetto prevede la presenza di agenti, a piedi, anche nelle località e frazioni del territorio comunale più distanti dal centro abitato. Vista la vastità del territorio comunale si rende necessario lo spostamento delle pattuglie con veicoli di servizio, per poi consentire il pattugliamento appiedato. Quattro le nuove auto di servizio, con insegne di istituto, che saranno acquistate. E' stato infatti accertato che la sola presenza dell'agente in divisa contribuisce a innalzare il livello di percezione di sicurezza da parte dei cittadini. L'obiettivo è triplice: migliorare le relazioni con i cittadini, spostamenti più rapidi per raggiungere le località del forese e del litorale, possibilità di intervenire più velocemente in aiuto ad altre pattuglie.

 

L'impegno e la presenza, su tutto il territorio comunale, delle pattuglie di Polizia locale sarà supportata anche da computer e stampanti da utilizzare a bordo dei veicoli per redigere atti in loco. Accanto a questa forma di rinnovamento degli interventi della Polizia Municipale, sul piano quantitativo, se ne aggiunge una di tipo qualitativo, tutta a vantaggio della professionalità degli agenti che, essendo investiti di nuovi compiti di prevenzione e repressione di fenomeni legati al degrado urbano, sono oggi più esposti a rischi personali di aggressione.

 

Il dato relativo agli agenti delle Forze dell'ordine che vengono picchiati, durante l'attività lavorativa, risulta sempre più in crescita. Si sono registrati, nel solo anno 2009, 2079 casi. Lo dichiara l'ASAPS, riconoscendo fra le categorie più a rischio la stessa municipale che si colloca al terzo posto della graduatoria con il 10,8%, dopo carabinieri con il 50,3% e polizia con  il 37,4%. L'apprendimento di tecniche di autodifesa personale consentirà loro di difendersi da eventuali aggressioni e di aumentare il grado di sicurezza ed efficacia nel corso di operazioni particolarmente critiche, senza mettere a rischio la propria ed altrui incolumità.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dopo il potenziamento dell'organico della Polizia municipale, realizzato lo scorso anno, grazie al quale oggi possiamo assicurare una maggiore presenza di agenti sul territorio - dichiara il sindaco Fabrizio Matteucci -oggi qualifichiamo il Corpo di Polizia Municipale con la dotazione di auto e di apparecchiature informatiche. E' un altro passo avanti per rendere la città sempre più sicura. Anche auto più visibili possono scoraggiare il verificarsi di reati; così come la presenza degli agenti tranquillizza i cittadini e funge da deterrente verso malintenzionati. A maggior ragione è giusto farci carico anche dell'incolumità dei nostri agenti, che devono essere messi in grado di difendersi, adeguatamente, da eventuali aggressioni. Mi compiaccio con il Corpo di Polizia Municipale per essere riuscito a qualificarsi bene in Regione ottenendo i finanziamenti necessari per realizzarlo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -