Ravenna, la nuova Pansac apre le procedure di mobilità. Sciopero in arrivo

Ravenna, la nuova Pansac apre le procedure di mobilità. Sciopero in arrivo

Ravenna, la nuova Pansac apre le procedure di mobilità. Sciopero in arrivo

RAVENNA - Il consiglio di amministrazione della Nuova Pansac ha aperto mercoledì le procedure di mobilità per 501 lavoratori. "Siamo di fronte a una decisione gravissima - spiega Manuela Trancossi della Filctem Cgil della provincia di Ravenna -. Il provvedimento risulta ancora più drammatico rispetto a quanto era stato annunciato dall'azienda nel corso dell'incontro che abbiamo avuto pochi giorni fa al Ministero per lo Sviluppo economico. Le procedure non colpiranno 440 lavoratori, bensì 501".

 

> GUARDA LE FOTO DELLO SCIOPERO (di Massimo Argnani)

 

"In quella sede - sostiene Trancossi - l'azienda aveva detto che le procedure avrebbero colpito 440 lavoratori; veniamo a sapere che le procedure di mobilità interesseranno 61 lavoratori in più di quelli annunciati. La decisione di aprire le procedure rappresenta l'ennesima vergognosa forzatura dell'azienda. La Filctem Cgil ribadisce la sua posizione: tutti gli stabilimenti devono rimanere aperti. La notizia di oggi ha già prodotto dure proteste da parte dei lavoratori. All'interno dello stabilimento di Ravenna i lavoratori assieme alle Rsu hanno deciso di proclamare uno sciopero che è sostenuto unitariamente dai sindacati. A questo punto ci aspettiamo una convocazione urgente da parte del Ministero per affrontare la situazione; intanto per lunedì prossimo è annunciato il tavolo con le istituzioni locali per fare il punto della situazione".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -