Ravenna, la riqualificazione della darsena di città in commissione in Regione

Ravenna, la riqualificazione della darsena di città in commissione in Regione

Ravenna, la riqualificazione della darsena di città in commissione in Regione

BOLOGNA - La commissione territorio, ambiente, infrastrutture, presieduta da Damiano Zoffoli, in sede consultiva, ha dato parere favorevole alla variazione di tre Accordi di programma per la riqualificazione urbana di Modena (ast: lega, pdl, mov5stelle), di Imola (cont: lega, mov5stelle, pdl), e del porto di Ravenna (ast: lega, mov5stelle; contr: pdl). Per Ravenna la variazione riguarda la riqualificazione della darsena di città, nella zona tra la stazione ed il mare, a cavallo del canale Candiano.

 

Nel Accordo per la riqualificazione della città di Imola, la modifica concerne invece il piano di investimenti ed è dovuta al blocco degli interventi imposto dalla Sovrintendenza. A causa dei vincoli di tutela su una vasta area edificata, compresa nel vecchio ospedale psichiatrico dell'Osservanza, il piano riformula la ripartizione di un finanziamento di 5 milioni di euro. Di questi, un milione e 263mila andrà alla riqualificazione del viale centrale nella cittadella dell'Osservanza (viale "delle palme"); un milione e 600 mila euro finanzierà la demolizione delle ex cucine dell'Ausl e la progettazione e realizzazione del parcheggio di Meleto; 700 mila euro verranno utilizzati per realizzare un parcheggio in via Padovani; 750 mila per ripristinare ed ampliare i locali di una ex chiesa da destinare a centro sociale e culturale.

 

La variazione dell'Accordo prevede anche che la valorizzazione, attraverso un nuovo scalo merci, del polo industriale imolese (l'area compresa tra la ferrovia e l'autostrada), sia parzialmente a carico, in concorso con le ferrovie dello Stato, della società Imolascalo spa, che finanzierà la costruzione dei binari. Il milione e mezzo di euro proveniente dalla Regione servirà invece per realizzare piazzali, opere di urbanizzazione, e interventi per la viabilità.In presenza del blocco posto dalla Sovrintendenza sull'area dell'Osservanza, Manes Bernardini (lega) ha criticato i consistenti investimenti programmati, in particolare per la costruzione di parcheggi.

 

Le modifiche al Programma Speciale d'Area "Porto di Ravenna" riguardano la riqualificazione della darsena di città, nella zona tra la stazione ed il mare, a cavallo del canale Candiano. La Regione, con 5 milioni di euro, finanzierà: la manutenzione di tratti stradali in aree d'interesse produttivo (industriale, artigianale e portuale); la riqualificazione urbanistica di alcune zone del litorale ravennate (a Marina di Ravenna, Lido Adriano, Lido di Savio); la costruzione di nuovi percorsi pedonali e di piste ciclabili.

 

"La Regione deve rispettare gli obiettivi degli Accordi, tra i quali ci sono il risanamento del canale Candiano e dell'area delle Piallasse - ha detto Gianguido Bazzoni (pdl). A suo parere lasciano perplessi finanziamenti in favore della viabilità (ad esempio il percorso pedonale protetto di Borgo Montone) a fronte delle condizioni critiche del Candiano che - ha concluso - è simile a una "fogna a cielo aperto".Fabio Filippi (pdl) ha chiesto alla Giunta uno schema riepilogativo di tutti gli Accordi di programma e dello stato d'attuazione delle opere previste.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -