Ravenna: la "Romagna da leggere" comincia con Massimo Padua e "L'ipotetica assenza delle ombre"

Ravenna: la "Romagna da leggere" comincia con Massimo Padua e "L'ipotetica assenza delle ombre"

Mercoledì 6 Aprile al Mama Mia, inizia la rassegna patrocinata dal comune di Ravenna dal titolo "Romagna da leggere". Con questi 11 mercoledì, il locale di via Maggiore, 71b, di Ravenna darà spazio e voce ai tanti mondi che ruotano intorno alla carta stampata firmata Romagna: fumetti di artisti  romagnoli, letture in dialetto, serate di intrattenimento legate al cinema e alla musica, e le immancabili presentazioni di romanzi.  

 

"La parola d'ordine è nessuna forzatura, nessuna gabbia in cui circoscrivere le  forme di espressione" afferma Angela Zagonara, organizzatrice della rassegna. "Un libro è il frutto di un percorso per un autore e spesso è proprio per questo che è così interessante: la forma di ogni incontro cambierà da presentazione a presentazione per seguire le parole e il mondo che l'autore ha cercato di costruire. Questo approccio è ciò che rende unica la rassegna: la molteplicità delle  strategie di coinvolgimento utilizzate, dalla presentazione frontale di un libro, al gioco, alle proiezioni, allo spettacolo teatrale, alle letture, tutto condito con il buon cibo romagnolo".

 

"Romagna da leggere" si presenta come un vero e proprio viaggio tra le affermate eccellenze letterarie della Romagna come Massimo Padua, Carla Baroncelli nella narrativa e Stefano Andreoli e Alessandro Bonino con il libro "Spinoza, un libro serissimo - Atto secondo" tratto dall'omonimo blog, fino alle nuove generazioni che in diversi contesti rappresentano già floride realtà  Davide La Rosa nel fumetto satirico, Iacopo Gardelli e il Gruppo dello Zuccherificio in filosofia e politica, Carmelo Domini per la narrativa e Gianluca Viscuso nella poesia e musica. La rassegna cerca inoltre di rappresentare i diversi linguaggi del vivere romagnolo portando il dialetto di Rudi Gatta,  Eliseo Della Vecchia, Daniela Bevilacqua ed Alberto Allegri ai giovani ravennati.

 

"Il Mama Mia ha l'anima del viaggiatore, del sognatore per questo ho voluto fortemente questa kermesse " spiega Elisa Bandoli del locale Mama Mia, "l'arte, la musica e l'intrattenimento sono da sempre capisaldi della gestione e questa rassegna rappresenta il naturale proseguimento in questa direzione. "Romagna da leggere" è vivace, colorata e coinvolgente, un perfetto connubio quindi con il locale, i clienti e Ravenna. Il Mama Mia diventerà osservatorio speciale in cui ammirare le stelle del firmamento romagnolo e perdersi nella fantasia delle sollecitazioni degli autori. Il locale inoltre proporrà un buffet a tema e, alle 20:00, cappelletti per tutti".

 

Il primo appuntamento è con Massimo Padua che presenta il libro edito da Voras "L'ipotetica assenza delle ombre" già vincitore Premio Perelà 2010: Marco, giovane scrittore in crisi creativa, riceve in lascito una casa dal misterioso signor Newman. Ben presto questa donazione si rivela uno scrigno di confessioni celate per anni. Tutte le stanze hanno un ritratto appeso alla parete, volti inquietanti che sembrano voler comunicare con il nuovo proprietario. Ma cosa lega la vita di Marco a quella del signor Newman? E perché la casa è stata destinata proprio a lui?

Il viaggio parte quindi in grande stile con un autore giovane e affermato per una rassegna che faccia brillare le qualità romagnole.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -