Ravenna, la Sylphide inaugura la Stagione di Danza

Ravenna, la Sylphide inaugura la Stagione di Danza

RAVENNA - Sabato 19 dicembre alle ore 20,30 (replica domenica 20 alle 15,30) il Teatro Alighieri inaugura la stagione di danza con il titolo che ha dato il via alla straordinaria stagione del balletto romantico, La Sylphide interpretata da MaggioDanza, per la prima volta a Ravenna, nella versione di August Bournonville.
 
Nulla poteva essere più adatto all'atmosfera natalizia se non il prototipo del balletto romantico o ballet blanc, che rivoluzionò la danza (era la Parigi del 1832), con una tecnica tanto difficoltosa quanto eterea che per la prima volta alzava le ballerine sulle punte in splendidi tutù bianchi rendendo le protagoniste ancor più spirituali. Ma del balletto originale, il capolavoro che Filippo Taglioni coreografò per la figlia Maria, è giunta fino a noi la versione che il danese Bournonville creò per il Teatro Reale di Copenaghen dove andò in scena quattro anni dopo divenendo poi quella rappresentata in tutto il mondo. Stesso il soggetto (tratto dal romanzo fantastico di Charles Nodier "Trilby ou Le Lutin d'Argail"), ambientato nelle foreste scozzesi, che narra dell'amore impossibile tra James e la creatura alata Sylphide, differenti le musiche che - per motivi ‘economici' - richiesero una nuova partitura appositamente commissionata al giovane musicista danese Herman Severin Lovenskjold.
 
La regia e l'adattamento di Frank Andersen sottolineano l'atemporalità del soggetto come una delle chiavi del successo dell'intramontabile capolavoro: "Naturalmente la sua popolarità può essere attribuita alla meravigliosa coreografia e alla bellissima musica - afferma il regista - ma è anche il soggetto in sé che la rende sempre attuale: infatti dibattersi fra le rassicuranti comodità di un'esistenza borghese e il fascino dell'ignoto è un dilemma che caratterizza ancora oggi il mondo moderno."
 
In scena una delle più importanti compagnie nazionali, il Corpo di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino, istituito nel 1967 e salito subito alla ribalta nazionale e internazionale, grazie anche al contributo di coreografi quali Bronislava Nijinska, John Taras e Antonio Gades. Nel 1988 assume il nome di MaggioDanza vantando tra i propri direttori grandi personalità come Polyakov, Karole Armitage, Davide Bombana, Frédéric Olivieri, Elisabetta Terabust, Florence Clerc e Giorgio Mancini. Tra gli ospiti prestigiosi si possono ricordare Fonteyn, Plisetskaja, Makarova, Fracci, Maximova, Terabust, Nureyev, Vassiliev, Baryshnikov, Bortoluzzi, Godunov, mentre tra i coreografi che hanno lavorato per la prestigiosa compagnia fiorentina spiccano Neumeier, Balanchine, Uotinen, Limón, Parsons, Miller e Forsythe.
Dalla stagione 2007-2008 direttore di MaggioDanza è Vladimir Derevianko, grande interprete, coreografo e maestro di ‘scuola' Bol'shoi.

Info: tel. 0544 249244 - www.teatroalighieri.org
Biglietti: da 8 a 28 euro (da 6 a 18 per gli under 26).

Prevendite:
- Biglietteria del Teatro Alighieri, via A. Mariani 2
- on-line www.teatroalighieri.org;
- Cassa di Risparmio di Ravenna (tutte le filiali);
- IAT Ravenna, via Salara 8, tel. 0544 482838;
- IAT Milano Marittima, viale Matteotti 39, tel. 0544 993435

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -