Ravenna: Lanfranco Gualtieri confermano presidente della Fondazione Flaminia

Ravenna: Lanfranco Gualtieri confermano presidente della Fondazione Flaminia

Si è svolta nei giorni scorsi, l'Assemblea dei Soci di Fondazione Flaminia. All'ordine del giorno l'approvazione del bilancio di previsione, il rinnovo delle cariche in seno al consiglio di amministrazione e il programma di attività 2010.

 

Il bilancio di previsione 2010 chiude in sostanziale pareggio. Complessivamente stabili rimangono le quote dei 19 soci contribuenti. In particolare, la Fondazione Cassa di Risparmio, riconfermando anche per il prossimo anno il sostanzioso contributo di 650 mila euro, mantiene il ruolo di socio che più cospicuamente sostiene l'attività di Fondazione Flaminia. Questo l'elenco dei soci finanziatori di Fondazione Flaminia: Comune di Ravenna, Provincia di Ravenna, Regione Emilia Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio, Associazione Industriali di Ravenna, Camera di Commercio di Ravenna, Ascom Confcommercio Ravenna, Lega Cooperativa, Unione Cooperative, Agci, Cna Ravenna, Casa Matha, Comune di Cervia, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Area Ravenna/Hera, Comune di Faenza, Confartigianato Fapa Ravenna, Il Sestante, Collegio dei Geometri della Provincia di Ravenna, Comune di Russi e Istituto Scuola Provinciale Edili.

 

Quanto alle cariche, è stata accolta all'unanimità la proposta di Giannantonio Mingozzi di riconfermare Lanfranco Gualtieri presidente di Fondazione Flaminia per il prossimo triennio. Sono stati inoltre riconfermati i due vice presidenti Giannantonio Mingozzi e Massimo Ricci Maccarini.

 

L'Assemblea ha deliberato la seguente composizione del cda: Fabrizio Matteucci e Giannantonio Mingozzi (Comune di Ravenna); Francesco Giangrandi e Massimo Ricci Maccarini (Provincia di Ravenna); Lanfranco Gualtieri (Fondazione Cassa di Risparmio); Glauco Cavassini (Camera di Commercio di Ravenna); Roberto Nicolucci (Confindustria Ravenna); Donatella Callegari e Elio Ferri (Comune di Faenza); Pino Morgagni (tre Centrali cooperative); Giancarlo Frassineti (minoranze Comune/Provincia); Paolo Bezzi (Casa Matha); Giorgio Guberti (Ascom Confcommercio Ravenna); Leonardo Marchetti (Fondazione del Monte); Daniela Toschi (Cna); Guido Sarchielli (Università di Bologna); Stefano Zunarelli (Polo scientifico - didattico di Ravenna); Clementino Morigi (Fapa Confartigianato); Pierfrancesco Callieri (invitato permanente); Guido Sansoni, Remo Tarroni, Paolo Bedei (revisori dei conti).

 

Nella relazione introduttiva, il presidente Gualtieri ha evidenziato come i dati sulle iscrizioni, seppur non ancora definitivi, confermano anche per l'anno accademico 2009/2010 la crescita degli insediamenti dell'Alma Mater in Romagna. In particolare, con oltre 1000 nuove matricole, Ravenna mantiene per il terzo anno consecutivo un tasso di crescita sostenuto che ha permesso di riportare il numero di iscritti stabilmente oltre la soglia delle 3mila unità.

 

Il presidente Gualtieri, nella relazione all'Assemblea, ha evidenziato come, l'ormai imminente completamento degli interventi di via Baccarini e dell'ex Istituto Verdi, abbia permesso al Polo universitario ravennate di raggiungere un assetto equilibrato e rispondente alle esigenze del territorio. Resta la necessità di approfondire con il nuovo rettore, l'intervento previsto, ma non realizzato, del II lotto di Scienze Ambientali.

 

Gualtieri ha inoltre espresso l'auspicio che l'Università rientri tra i partner del progetto del Tecnopolo della nautica, "una grande opportunità per il futuro della città sul versante produttivo, della ricerca e della didattica, rispetto al quale Ravenna ha da tempo espresso alla Regione la propria candidatura".

 

Il presidente ha inoltre messo in luce l'impegno del Comune di Faenza, che, a seguito dello spostamento dei corsi di laurea di Infermieristica e Logopedia nel complesso degli ex Salesiani, ha incrementato in maniera significativa le risorse a supporto di Fondazione Flaminia rafforzando notevolmente il Polo universitario ravennate.

 

Sul versante degli impegni per il futuro, Gualtieri ha infine sottolineato che l'attività di Flaminia, accanto ai tradizionali campi di intervento, si concentrerà prioritariamente sul potenziamento in numero e qualità dei servizi agli studenti, nonché la maggiore internazionalizzazione dell'insediamento ravennate in collaborazione con il Polo scientifico didattico di Ravenna.

 

Una nota è stata espressa a favore di palazzo dei Congressi e palazzo Corradini, quale nuovo fulcro di quel ‘campus diffuso in città' che passo dopo passo si è venuto delineando nel centro cittadino e che raccoglie a distanza di poche centinaia di metri le principali sedi del Polo di Ravenna. In questo complesso è in via di definizione, in accordo con Comune, Provincia e Polo universitario di Ravenna, un progetto per la realizzazione di sale studio, spazi internet e luoghi di aggregazione a disposizione degli studenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -