Ravenna, largo ai giovani. Matteucci: "Dopo il 2016 basta incarichi"

Ravenna, largo ai giovani. Matteucci: "Dopo il 2016 basta incarichi"

Ravenna, largo ai giovani. Matteucci: "Dopo il 2016 basta incarichi"

RAVENNA - "Una delle mete a me più care è segnare di esperienze giovanili il governo della nostra città. Promuovere una nuova generazione protagonista della sua ripresa economica e di un rinnovato slancio politico,sociale e culturale. E' una sfida che riguarda la comunità ravennate in tutte le sue articolazioni e componenti". Il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, pone i primi obiettivi di mandato, dopo la rielezione. Un occhio di riguardo ai giovani.

 

"Chi ha accumulato esperienze avrà il compito di stappare la bottiglia per ricercare e promuovere nuove energie,nuovi talenti,per premiare gli appassionati e meritevoli. Vorrei aiutare la crescita di una classe dirigente dotata di talento e passione. Passione non per un posto ma per una missione,che può diventare transitoriamente anche il proprio lavoro,per imprese,orizzonti e soluzioni concrete al servizio della nostra comunità".

 

"Io ho 54 anni e soprattutto ho una lunga storia di responsabilità politiche di primissimo piano .

Dal 2016 non intendo più ricoprire incarichi politici e istituzionali di primo piano. Sono orgoglioso di far parte di una generazione di bravi amministratori. Sono ancor più orgoglioso di avere condiviso con altri anni di responsabilità politica. Dobbiamo restituire una politica bellissima a questo nostro paese . E ai giovani."

 

"Come Sindaco la mia grandissima aspirazione è quella di dare una mano a creare lo spazio politico per energie nuove,giovani,con talento e passione. La stessa aspirazione la nutro come dirigente politico del centrosinistra, a partire dalla valorizzazione dei giovani più in gamba e appassionati che hanno responsabilità nel PD e nelle altre forze del centrosinistra. Tutti dobbiamo dare una mano alla costruzione di un centrosinistra vincente anche in futuro,perché non siamo predestinati a vincere per diritto ereditario. I dirigenti della mia generazione hanno adesso il compito di mettere a disposizione la propria esperienza,il proprio patrimonio di idee,di pratica e di visioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -