Ravenna, lavoratori gas-acqua. Chiusa la trattativa, aumento di 120 euro

Ravenna, lavoratori gas-acqua. Chiusa la trattativa, aumento di 120 euro

Ravenna, lavoratori gas-acqua. Chiusa la trattativa, aumento di 120 euro

RAVENNA - Ci sono voluti due scioperi generali proclamati dalla Filctem Cgil e oltre tredici mesi di lunghe trattative, per siglare l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto dei 50.000 lavoratori del gas-acqua (sono circa 350 in provincia di Ravenna), scaduto il 31 dicembre 2009. L'accordo prevede un aumento medio sui minimi di 120 euro ( 5° livello) in due "tranche": dal 1 marzo 2011, 70 euro; dal 1 gennaio 2012, 50 euro.

 

Inoltre, 658 euro di "una tantum" per i lavoratori del gas e 300 euro per gli addetti dell'acqua che copriranno il periodo di vacanza contrattuale 1 gennaio 2010 - 28 febbraio 2011.

 

Nel triennio 2010-2012, entreranno nelle buste paga dei lavoratori del gas 3.178 euro in più (per gli acquedottisti saranno 2.820).

 

"Il raggiungimento di un accordo in modo unitario - spiega il segretario provinciale della Filctem Cgil, Renzo Fabbri - è una notizia sicuramente positiva; ci troviamo in una situazione congiunturale negativa e i contenuti dell'accordo rispondono a molte rivendicazioni che abbiamo portato avanti in tutti questi mesi. Voglio ricordare che la Filctem Cgil si è fatta promotrice di due giornate di sciopero che sul nostro territorio sono state caratterizzate da un'elevata adesione. Anche grazie a queste iniziative, condotte a livello nazionale e che hanno portato alla riapertura delle trattative, si è riusciti a raggiungere un punto di mediazione che fornisce risposte importanti per i lavoratori".

 

"L'ipotesi di accordo, su cui i lavoratori saranno a breve chiamati ad esprimersi, contiene novità anche sul versante delle normative. Si segnala l'istituzione di un fondo integrativo sanitario per tutti (il settore ne era sprovvisto), come pure un aumento di 8 euro mensili - a totale carico delle aziende - per le prestazioni previdenziali complementari presenti nel settore (i fondi Pegaso, Fondenergia, Fiprem, Fopen), e l'estensione ai  gasisti delle aziende private del fondo complementare. Viene anche migliorato l'attuale assetto delle classificazioni del personale, per cogliere - in  particolare nel settore idrico - aspetti significativi della professionalità dei lavoratori. Infine il nuovo contratto fornisce un ulteriore impulso alla contrattazione di secondo livello, rafforzando il ruolo delle Rsu e dei sindacati territoriali" si legge in una nota dei sindacati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -