Ravenna: le autorità incontrano l’arte

Ravenna: le autorità incontrano l’arte

RAVENNA - A Ravenna le autorità del territorio incontrano l'arte negli spazi del palazzo dell'Autorità Portuale di Ravenna, accade in occasione della presentazione prevista martedì 12 maggio 2009 alle 17, del catalogo della terza edizione della mostra d'arte "Biennale delle chiese laiche" che si è svolta nel 2008 esponendo cinquantanove artisti a confronto sul tema "Il grande Vetro. La Città messa a nudo dai suoi visulizzatatori".

La presentazione sarà negli spazi dell'edificio di vetro sospeso sul mare dell'Autorità Portuale a Ravenna, che quest'anno ha ospitato la sezione fotografica della biennale

Una festa di presentazione che sarà anche l'occasione per dare inizio ai lavori della prossima edizione della Biennale che nel 2010 giunge alla sua quarta edizione.

 

Il Presidente dell'Autorità Portuale Giuseppe Parrello ospiterà gli assessori: Massimo Ricci Maccarini, assessore alla cultura della Provincia di Ravenna, Lino Costa, assessore alla cultura del Comune di Fusignano, Alberto Donati, assessore alla cultura del Comune di Cervia, Davide Pietrantoni, assessore alla cultura del Comune di Massa Lombarda, Maria Alga Franciosi, assessore alla cultura del Comune di Bellaria Igea Marina.

Saranno presenti i curatori della "Biennale delle chiese laiche": Silvana Costa, Bruno Bandini, Rolando Giovannini e gli artisti protagonisti dell'ultima edizione.

 

La "Biennale delle chiese laiche" è una mostra dell'arte contemporanea che ogni due anni si snoda attraverso un percorso espositivo che tocca diverse città e ospita artisti con linguaggi diversi, frutto di percorsi individuali peculiari, accomunati da un unico diktat: "l'espressione artistica". Tra pittura, fotografia, design, incisione, arti visive e installazioni, la Biennale è come un anello culturale creato dall'allestimento in contemporanea di sei mostre che si sono sommate in un unico evento, che, a sua volta, si è presentato nella splendida cornice formata da quei contenitori storici di grande prestigio identificati nella provincia di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini come laboratori in grado di allargare i confini della memoria storica e culturale: Ravenna con la nuova sede dell'Autorità Portuale, Cervia con i Magazzini del Sale, Massa Lombarda con la galleria San Vitale 41, Fusignano con l'ex Granaio, Cesenatico con l'ex Pescheria ora sede della Galleria Comunale d'Arte e Bellaria Igea Marina con il Vecchio Macello.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -