Ravenna: malmena una prostituta. Poi i poliziotti. Arrestato

Ravenna: malmena una prostituta. Poi i poliziotti. Arrestato

Ravenna: malmena una prostituta. Poi i poliziotti. Arrestato

RAVENNA - Annebbiato dai fumi dell'alcol, ha picchiato una prostituta pretendendo gratuitamente una prestazione sessuale, ‘beccandosi' una denuncia per lesioni personali, ubriachezza e violenza privata. Poche ore più tardi ha minacciato il titolare di un negozio di ottica di via Berlinguer a Ravenna, esigendo che lo facesse entrare nonostante l'orario di chiusura. Dopo una colluttazione con gli agenti di Polizia è stato arrestato. In manette è finito un ucraino di 25 anni.

 

Si tratta di Viktor Manon, in Italia senza un regolare permesso di soggiorno, che dovrà rispondere delle accuse di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, ingiurie, minacce, ubriachezza e rifiuto a fornire le proprie generalità. Gli agenti intervenuti su richiesta dell'esercente hanno rimediato lesioni giudicate guaribili in sette e otto giorni.

 

L'episodio si è consumato venerdì sera. Manon era stato denunciato poche ore prima per aver preteso con la forza da una ‘lucciola', che stava vendendo il proprio corpo sull'Adriatica, nei pressi del parco Mirabilandia, una prestazione sessuale. La donna, dopo esser stata picchiata al volto, ha chiesto l'intervento del 113 che ha denunciato l'uomo.

 

Verso le 20 il 25enne si è presentato in un negozio di ottica di via Berlinguer, minacciando il titolare che si rifiutava di farlo entrare. Quando si è presentata una Volante della Polizia il giovane ha dato in escandescenza, minacciando gli agenti. Quest'ultimi sono riusciti a bloccarlo solo al termine di una colluttazione nella quale hanno riportato lesioni. Guariranno in sette e otto giorni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ucraino è stato portato in Questura, dove ha continuano a manifestare la sua arroganza e violenza. Dopo gli accertamenti del caso, che hanno evidenziato numerosi precedenti alle spalle, è stato rinchiuso nella cella di sicurezza in attesa del processo per direttissima.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -