Ravenna: maratona, verso quota 830 iscritti

Ravenna: maratona, verso quota 830 iscritti

RAVENNA - L'obiettivo minimo che si erano prefissi gli organizzatori della "XI^ Maratona Internazionale Ravenna Città d'Arte" e della "III^ Yoga Half Marthon" era raggiungere gli stessi 830 iscritti agonistici complessivamente del 2008. Di questi tempi "tenere" equivale a incrementare e sotto questo aspetto c'è da rallegrarsi, perché gli ultimi conteggi danno per certo il raggiungimento del quorum.

 

Un ottimo trampolino di lancio di una manifestazione che vedrà coinvolta tutta la Città (speriamo anche i cittadini) per un'intera giornata, anche se gli eventi concomitanti saranno molteplici (Giovin Bacco e partita interna del Ravenna Calcio, ad esempio). L'altra barriera che si dovrebbe abbattere è quella delle 3.000 presenze complessive, calcolando anche gli handybikers, le camminate indette a favore di Amnesty International, staffette degli alunni delle Scuole "Damiano-Novello" e "Mordani", e le gare agonistiche riservate al settore giovanile, grazie alle omologazioni dei calendari "Endas Scarpaza", "Podistico Ravennate" e "Gp Promesse di Romagna". Senza contare che domani alle 9 scatterà da Piazza Anita Garibaldi la "Passeggiata ai Monumenti", per far conoscere alle scolaresche locali (circa 400 ragazzi coinvolti dagli enti territoriali) alcuni degli 8 Monumenti Patrimonio dell'Umanità.

 

Sotto l'aspetto agonistico ci sono succose novità, ma anche defezioni di lusso. Iniziamo proprio dalla rinuncia di Daniele Caimmi che non effettuerà il test di 30 km, in vista della Firenze Marathon, programmato da tempo, lasciando il palcoscenico tutto per l'altro marchigiano azzurro di maratona, Denis Curzi, il quale saggerà le proprie forze sui primi 21 km. Sulla stessa distanza si contenderanno l'argento Ghiraldini, Cavalli e Verardo. Nella prova di 42 km invece si annuncia l'ennesima sfida keniana per il trionfo tra il popolare Philemon Kipkering, oro nel 2006 ed argento 12 mesi fa, e l'emergente di lusso Vincent Kipchirchir. Quest'ultimo compirà domani 25 anni e nelle poche apparizioni sulla distanza olimpica vanta già un 2.15'45", che quest'anno lo collocano appena in 499^ posizione nelle liste Mondiali. Solo mediocre invece il suo personale sulla mezza distanza (65'15"), che ha corso per la prima volta quest'anno. I due africani dovrebbero viaggiare ad anni luce di vantaggio nei confronti degli inseguitori, tutti italiani di medio cabotaggio, a meno che nelle ultime ore si faccia avanti qualcuno. Fra le donne, oltre la già menzionata (nei precedenti comunicati) reggiana Rosa Alfieri, si è aggiunta l'esperta Ida Surbek, vincitrice nel 2000 ed argento nel 2003. Il palmares della slovena non lascerebbe scampo alla portacolori dell'Atl. 85 Faenza, ma è in uno stato di grazia incredibile e si gioverà della spinta dei suoi tifosi.

 

I migliori romagnoli hanno fatto altre scelte, ma nel mazzo ci sentiamo di spendere una menzione per Francesco Castagnoli, Alberto Ricci, Aurora Placci e Paola Fuschini sui 42 km (dove Franca Costetti spegnerà 100 candeline e Tea Lombardi, 80) Gianluca e Lamberto Legumi e Samantha Graffiedi nella maratonina.

 

Ricordiamo gli orari di partenza dopodomani dal Pala De Andrè: alle 9 scatterà la dozzina di handybikers, dopo 15' la maratona e la maratonina agonistica, ed accodati non competitivi, infine alle 9,20 partiranno gli under 15 del "Gp Promesse".

 

Per ulteriori info, consultare www.maratonaravenna.it.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -