Ravenna: mareggiate, Ascom chiede piano strutturale per la costa

Ravenna: mareggiate, Ascom chiede piano strutturale per la costa

RAVENNA - "Così non è più possibile continuare!" dice il Presidente Ascom Confcommercio di Ravenna Graziano Parenti, in merito alle mareggiate che la settimana scorsa hanno devastato gran parte del litorale ravennate e non solo. "Comprendo che i fenomeni atmosferici in gran parte del nostro Paese, siano stati nei giorni scorsi particolarmente violenti, ma non occorrono certamente situazioni climatiche eccezionali, per rendersi conto dell'annosa e grave situazione erosiva del nostro litorale e della necessità di approntare finalmente, come richiesto ormai da tempo immemore da parte di Ascom Confcommercio Ravenna, un piano veramente strutturale e straordinario per la nostra costa, da progettare ed effettuare da parte di tutte le Istituzioni interessate al settore balneare.

 

"Troppe volte - prosegue Parenti - quando veniamo chiamati ai tavoli Istituzionali per confrontarci periodicamente sugli interventi da effettuare in materia di erosione e di salvaguardia della costa, abbiamo la sensazione, e talvolta purtroppo la certezza, di trovarci di fronte a interventi "tampone", non sempre ben coordinati trai i vari Enti e non sempre portati definitivamente a compimento che altro effetto non hanno che sortire per il nostro litorale, una cura alquanto palliativa e spesso ritardata. Non possiamo continuare con interventi di semplice ripascimento o di costruzione di dune, sistemate peraltro talvolta ad altezza litoranea alquanto discutibili, pensando che tutto possa costituire la soluzione del problema, che riguarda certamente un aspetto e una materia complessa, necessitante dunque di un piano complessivo urgente di lungo periodo!".

 

Poche le zone del litorale ravennate risultate immuni nei confronti delle mareggiate.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nei giorni scorsi abbiamo visitato personalmente parecchi nostri operatori balneari associati; alcune zone di spiaggia prospicienti stabilimenti balneari di Casalborsetti, Marina di Ravenna, Punta Marina Terme, Lido Adriano, Lido di Savio, Lido di Dante, offrivano uno scenario veramente desolato e allarmante, con parecchi di questi allagati e con l'amarezza e la rabbia che si leggeva nei volti dei nostri associati. Curioso paese l'Italia, per quanto le risposte e le risorse nei confronti delle necessità del settore turismo! Da ogni parte, da ogni Ordine di Istituzioni, giungono agli operatori balneari, continue sollecitazioni, per adoperarsi affinché l'offerta complessiva dei loro servizi e strutture, venga ulteriormente potenziata, valorizzata, diversificata; viene da chiedersi: come può, nonostante la propria volontà imprenditoriale, un operatore balneare, prevedere migliorie e investimenti, nuova occupazione, maggiore destagionalizzazione, quando si è costretti a operare continuamente nell'estrema incertezza per quanto riguarda la tutela e protezione dell'ambiente naturale. Di fronte alla situazione attuale della nostra costa che rischia seriamente di mettere a repentaglio la prossima stagione balneare, la decisione da parte della Regione Emilia-Romagna di richiedere lo stato di emergenza, è un atto conseguente e che condividiamo, così come gli immediati interventi che, quando le condizioni metereologiche lo consentiranno, si rendono assolutamente necessari, per ripristinare l'arenile precedentemente esistente. Richiediamo comunque con forza - conclude Parenti - di essere convocati al più presto ad un tavolo comune tra Comuni, Regione e autorità competenti, per cercare di affrontare finalmente in maniera strutturale, un problema che rischia di minare la sopravvivenza di una parte centrale e fondamentale dell'offerta turistica complessiva, quale quella balneare della nostra Regione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -