Ravenna, Matteucci all’iniziativa in occasione dell’anniversario della strage di via D’Amelio

Ravenna, Matteucci all’iniziativa in occasione dell’anniversario della strage di via D’Amelio

Il giudice Paolo Borsellino

Il Sindaco Fabrizio Matteucci ha partecipato insieme al Prefetto Riccardo Compagnucci  all'iniziativa promossa lunedì pomeriggio in piazza del Popolo da Agende Rosse occasione dell'anniversario della strage di via D'Amelio. Nella strage mafiosa,  avvenuta il 19 luglio 1992,  persero la vita il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della  sua scorta. "Penso - ha affermato il sindaco Matteucci - che l'egoismo e l'indifferenza non devono  prevalere".

 

"Non dobbiamo voltarci dall'altra parte - ha chiosato -.  Le istituzioni devono dare il buon esempio. Per questo abbiamo deciso di conferire la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano, il giovane e bravo giornalista che ha scritto un libro coraggioso denunciando, senza remore,  quel  male oscuro che mina una parte importante del nostro paese".

 

"La cittadinanza onoraria all'autore di Gomorra  è un doveroso riconoscimento  a tutte quelle persone (magistrati, poliziotti, carabinieri, giornalisti, commercianti, cittadini) impegnati quotidianamente nella lotta alla mafia, alla camorra e alla n'drangheta - ha aggiunto -. E'  un omaggio alla memoria di chi, in questa lotta giusta e sacrosanta, ha perso la vita. Nessun territorio è immune dalle infiltrazioni della criminalità organizzata. Il dovere in primo luogo delle istituzioni ravennati è mantenere alta la guardia per fare in modo che non venga intaccata  quella cultura del rispetto delle regole che è un prezioso patrimonio della nostra comunità". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -