RAVENNA - Matteucci e Mingozzi incontrano il padre di Dalia Saiani: lettera a D'Alema

RAVENNA - Matteucci e Mingozzi incontrano il padre di Dalia Saiani: lettera a D'Alema

RAVENNA - Il sindaco Fabrizio Matteucci e il vicesindaco Giannantonio Mingozzi hanno incontrato oggi pomeriggio Giulio Saiani. Il padre di Dalia, la giovane surfista ravennate barbaramente uccisa lo scorso febbraio insieme all’amica Giorgia Busato, ha voluto incontrare i due amministratori prima di tornare nell’isola di Capoverde dove si recherà a giorni per verificare l’andamento dell’istruttoria dibattimentale che dovrebbe essere arrivata ormai alla fine.


Ma soprattutto per mantenere viva l’attenzione dell’opinione pubblica in vista dell’avvio del processo nei confronti della guida turistica Sandro Santos Rosario e del suo complice, entrambi accusati dell’omicidio delle due ragazze. Per questo Giulio Saiani si recherà a Capoverde con centocinquanta magliette con l’effige di Dalia e Giorgia, annunciando la sua intenzione di coinvolgere le donne capoverdiane e di promuovere un’iniziativa pubblica in occasione dell’avvio del processo.


Proprio per sollecitare ulteriormente l’intervento rapido della giustizia, il padre di Dalia ha chiesto nuovamente il sostegno di Palazzo Merlato. Fin da subito l’amministrazione comunale è stata vicina sia al padre di Dalia che alla famiglia di Agnese, l’altra giovane ravennate che si trovava insieme all’istruttrice di surf a Capoverde e fortunatamente scampata al massacro. A questo proposito sindaco Matteucci si è impegnato a scrivere una lettera al ministro degli Esteri, Massimo D’Alema. Il sindaco chiederà al ministro di vigilare, attraverso l’ambasciata italiana, perché la giustizia capoverdiana faccia il suo corso ed i due colpevoli siano condannati alla giusta pena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono finora diecimila le firme raccolte in calce alla petizione indirizzata al governo di Capoverde per chiedere appunto un processo rapido e giusto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -