Ravenna, Matteucci: "Orgoglioso di essere il sindaco della città di Zac e Bulow"

Ravenna, Matteucci: "Orgoglioso di essere il sindaco della città di Zac e Bulow"

RAVENNA - "Saluto affettuosamente la signora Anna e i figli di Benigno Zaccagnini. Saluto gli illustri ospiti che animeranno questo convegno. Tutti noi dobbiamo a Zac profonda gratitudine per il suo contributo disinteressato ed appassionato alla crescita civile dell'Italia. Oggi stiamo attraversando una fase particolarmente difficile della vita del paese. Siamo di fronte ad una profonda crisi delle istituzioni, dei partiti e del loro rapporto con i cittadini. E' una crisi perfino acuta".

 

Questo il messaggio in apertura del convegno su Benigno Zaccagnini da parte del sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci.

 

"Ravenna è una città dove la tradizione democratica è ben solida, dove il senso civico è radicato. Uomini come Zaccagnini e come Arrigo Boldrini, amico carissimo di Zac, hanno davvero lasciato un segno indelebile nell'identità della nostra città. Io sono convinto, senza riserve, che l'Italia di questi sessant'anni è andata avanti. Ma in certi campi però può capitare di tornare indietro. Pensateci: Zac e Bulow. Insieme nella Resistenza. Avversari nei decenni durissimi della guerra fredda. Ma legati dal profondo rapporto umano e da alcuni grandi valori condivisi. Questo per la politica di oggi sarebbe ossigeno" ha detto il primo cittadino.

 

"Oggi che il confronto politico, a mio giudizio, assomiglia troppe volte ad una rissa animalesca che allontana i cittadini e incattivisce la società. Io sono orgoglioso di avere in Municipio i busti di Zac e Bulow, nella nostra città, medaglia d'oro della Resistenza. C'è un libro che raccoglie alcuni scritti di Zac intitolato "La politica è bellissima". Il nostro lavoro quotidiano e anche questo nostro incontro hanno il difficile compito di ridare valore e verità a quel titolo così impegnativo."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -