Ravenna, Matteucci ribadisce il 'no' al nucleare: "Qui non si farà"

Ravenna, Matteucci ribadisce il 'no' al nucleare: "Qui non si farà"

Ravenna, Matteucci ribadisce il 'no' al nucleare: "Qui non si farà"

RAVENNA - Dal sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci arriva l'ennesimo ‘no' al nucleare nella provincia Bizantina. "Ho appreso con sconcerto l'episodio del computer sottratto dagli uffici dell'Enel di Roma. Nel pc sarebbe contenuto l'elenco dei presunti nuovi siti italiani di centrali nucleari, tra cui spunterebbe anche il nome di Ravenna insiema a Monfalcone, Chioggia e Termoli. Lo ribadisco - dice il sindaco - per me il no al nucleare a Ravenna è da sempre e per sempre".

 

"Non mi fido della presunta marcia indietro del Governo.  I fatti mi danno ragione: basta vedere quello che il Governo sta facendo in queste ore per impedire  ai cittadini italiani di esprimersi sul nucleare" continua il primo cittadino.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Governo deve dire chiaramente come stanno le cose. Voglio la garanzia che Ravenna, con Monfalcone, Chioggia e Termoli, non è fra i siti  che si stanno prendendo in considerazione tenendo all'oscuro i ravennati e il loro Sindaco.  Lo chiedo come Sindaco di un Comune che dà alla rete nazionale il 90% dell'energia che produce e che non ha certo bisogno di centrali nucleari.   La sicurezza dei cittadini viene prima di tutto. Per me questo concetto vale per la mia città, ma anche per tutta l'Italia. Per questo è importante che il 12 e il 13 giugno i cittadini vadano a votare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -