Ravenna, maxi-appalto per far svoltare al risparmio energetico 33mila lampioni

Ravenna, maxi-appalto per far svoltare al risparmio energetico 33mila lampioni

Ravenna, maxi-appalto per far svoltare al risparmio energetico 33mila lampioni

RAVENNA - Nella seduta di giovedì pomeriggio il consiglio comunale ha approvato gli indirizzi generali per la concessione del servizio globale di gestione degli impianti comunali di illuminazione pubblica, semaforici e tecnologici. La delibera è stata presentata da Andrea Corsini, assessore ai Lavori pubblici. "Questo provvedimento - ha detto Corsini - risulta strategico per due motivi: ci consentirà di ottenere nei prossimi anni un cospicuo risparmio energetico, che si traduce in benefici di carattere economico e ambientale, considerando le minore emissioni di anidride carbonica in atmosfera".

 

E ancora: "Inoltre verranno messi in sicurezza tutti gli impianti di pubblica illuminazione presenti nel territorio comunale". L'assessore ha premesso che il notevole numero di punti luce, oltre 33mila, presenti sul territorio, e la vetustà di molti degli impianti oggi attivi, stanno generando un incremento di problemi funzionali; e che il contratto in essere con Hera, la cui scadenza è fissata al 31 dicembre 2012, non prevede la possibilità di attivare la necessaria opera di modernizzazione, in quanto limitato ad attività gestionali e manutentive.

 

Per questo si è deciso di risolverlo anticipatamente, pagando una penale di 140mila euro, e di bandire un altro appalto, che garantirà un servizio migliore, risparmi energetici con ricadute positive sia dal punto di vista economico che da quello ambientale, e altre economie che compenseranno ampiamente il pagamento della penale (390mila euro considerando solo i vari importi previsti a base d'asta, che quindi potranno aumentare in caso di proposte di ribassi).

 

Il nuovo affidamento durerà vent'anni. Sarà attuato tramite il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, prevedendo l'attribuzione di un massimo di 65 punti alla proposta tecnica e di un massimo di 35 a quella economica. Il servizio avrà ad oggetto le attività di gestione globale degli impianti di illuminazione pubblica, semaforici e tecnologici di competenza dell'amministrazione comunale e comprenderà essenzialmente le seguenti attività, remunerate con un canone annuale: fornitura di energia elettrica, esercizio, manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria conservativa, pronto intervento guasti.

 

Inoltre il servizio comprenderà diverse attività extra canone, tra le quali in primo luogo la progettazione e l'esecuzione di interventi iniziali di messa in sicurezza e di riqualificazione energetica per un importo stimato in cinque milioni di euro da sviluppare nei primi tre anni di concessione in modo da raggiungere un livello di risparmio energetico tale da consentire l'equilibrio economico e finanziario dell'operazione oltre alla sicurezza degli impianti.

L'importo complessivo dell'appalto, gravante sulla parte corrente di bilancio, è pari a 83,5 milioni di euro. Per interventi opzionali gravanti sulla parte investimenti del bilancio il concessionario potrà essere chiamato a realizzare interventi per 8, 8 milioni euro, nei limiti delle disponibilità dell'amministrazione comunale.

 

Favorevoli: gruppi di maggioranza. Contrari: An - Pdl, FI - Pdl. Astenuti: Lista per Ravenna, Gianfranco Spadoni per Ravenna

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -