Ravenna: Mazzotti (Pd) presenta proposta legge regionale sui tartufi

Ravenna: Mazzotti (Pd) presenta proposta legge regionale sui tartufi

Il consigliere regionale Pd e primo firmatario Mario Mazzotti ha presentato oggi, alla presenza delle associazioni del tartufo emiliano-romagnole, il progetto di legge Modifiche alla legge regionale 2 settembre 1991, n. 24 "Disciplina della raccolta, coltivazione e commercio dei tartufi nel territorio regionale, in attuazione della legge 16 dicembre 1985, n. 752". All'incontro hanno partecipato anche le consigliere Anna Pariani e Paola Marani in rappresentanza degli altri firmatari della proposta.

 

La revisione dell'attuale normativa in materia di raccolta, coltivazione e commercio di tartufi nasce innanzitutto dalla necessità di adeguare la Legge Regionale n. 24/1991 ai cambiamenti intervenuti in questi anni sia sul versante delle competenze istituzionali che su quello delle normative europee, nazionali e regionali in materia ambientale e territoriale.

 

"Lo scopo della Legge è in primo luogo quello di rafforzare e rilanciare la vocazione "tartufigena" dell'Emilia-Romagna - afferma Mazzotti - nella consapevolezza che questo settore, se adeguatamente sostenuto, può rappresentare un interessante volano per l'economia regionale. L'enogastronomia, i circuiti turistici di cui il nostro territorio è ricco, le iniziative specifiche dedicate al tartufo potranno contare su uno strumento in più".

"Il nuovo impianto normativo intende arricchire la legge vigente - prosegue il consigliere - dando spazio a nuove ed inedite prospettive di valorizzazione ambientale, turistica e commerciale legate al tartufo, puntando in particolare a due aspetti:

* il ruolo centrale dell'associazionismo di settore nella promozione e nella valorizzazione del patrimonio tartuficolo regionale, nel rispetto dei ruoli e delle competenze proprie delle Istituzioni ed in particolare delle Province

* il nesso inscindibile fra valorizzazione del patrimonio tartufigeno e conservazione e tutela dell'ambiente in senso lato, in linea con la sensibilità ambientale che è ormai caratteristica imprescindibile di tutta la nostra programmazione regionale".

 

Tra alcune delle novità più importanti, si segnalano la redazione di un calendario annuale di eventi legati al tartufo e la promozione di "percorsi" ad esso dedicati, la collaborazione fra Regione ed enti di ricerca/Università per attività di studio, ricerca e sperimentazione, la convocazione di una Conferenza annuale di ambito regionale e la redazione di uno strumento tecnico-scientifico quale la Carta regionale delle aree tartufigene.

 

I rappresentanti delle associazioni presenti all'incontro, provenienti da Bologna, Modena, Ferrara, Ravenna, hanno espresso soddisfazione per il lavoro svolto dai consiglieri del Pd, sottolineando particolare apprezzamento per la condivisione del percorso che ha portato alla stesura del nuovo testo legislativo. Hanno inoltre assicurato il proprio impegno sul territorio, in collaborazione con le istituzioni locali, per una piena e corretta attuazione della legge.

 

La prossima settimana inizierà l'iter nella commissione Territorio Ambiente Mobilità, con la nomina del relatore e la successiva discussione dell'articolato. L'auspicio dei consiglieri firmatari e delle associazioni è che si giunga presto all'approvazione da parte dell'Assemblea legislativa, senza sostanziali modifiche.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -