Ravenna, mercato immobiliare in ripresa: +3,6% nel residenziale

Ravenna, mercato immobiliare in ripresa: +3,6% nel residenziale

Ravenna, mercato immobiliare in ripresa: +3,6% nel residenziale

RAVENNA - I segnali di risveglio registrati dal mercato immobiliare italiano nell'ultimo semestre del 2009 hanno trovato conferma nei primi sei mesi del 2010 anche a Ravenna. Lo rileva il report del Centro Studi Fiaip che nei primi mesi dell'anno segnala una ripresa delle trattative e un aumento del numero delle compravendite, agevolate dal basso livello dei tassi di interesse bancari e dalla costante crisi dei mercati finanziari, che determinano una scarsità di investimenti alternativi.

 

Gli andamenti in città si differenziano in maniera sensibile per i diversi settori: segno positivo si registra per gli immobili di uso residenziale (+3,6% rispetto al 2009). Nelle realtà più piccole i prezzi non hanno subito significative variazioni, dimostrandosi più stabili rispetto a quelli registrati nei centri più abitati.

 

"A differenza del 2008 e della prima parte del 2009, un numero cospicuo di piccoli investitori ha deciso di attingere ai propri risparmi e al TFR per l'acquisto immobiliare - osserva Gian Battista Baccarini, Presidente di Fiaip Ravenna - Tale orientamento andrà ulteriormente rafforzandosi dal 2011, quando sarà operativa la cedolare secca sui contratti di affitto, in seguito del decreto sull'autonomia fiscale dei Comuni approvato dal Governo", che comporterà sui contratti un'imposta fissa del 20% al posto dell'Irpef, delle addizionali e dell'imposta di bollo e di registro.

 

In provincia si stabilizzano i tempi di vendita che, dopo un generale allungamento, oggi ammontano a 6-8 mesi, media in linea con quella rilevata a livello nazionale (7,5 mesi di attesa per le grandi città).

 

E' il mercato non residenziale, e in particolare il comparto produttivo, a risentire ancora della crisi: il settore industriale (capannoni e depositi) segna un -4,5%, mentre il commerciale (uffici e negozi) dopo un biennio di calo continuo e costante (fino a -5,3%), inizia a mostrare qualche segnale positivo.

 

"Perché diventi una vera e propria chiusura del ciclo negativo è indispensabile che questi dati si consolidino nei prossimi mesi - spiega Baccarini - Da parte nostra, siamo disponibili a promuovere immobili esclusivamente a valori di mercato attraverso una valutazione preventiva che comprenda un diretto controllo dei documenti, allo scopo di tutelare i contraenti sotto l'aspetto commerciale e contrattuale". Per questo Fiaip, con il supporto di Confindustria Ravenna, alla quale è associata, e del suo ente di formazione Il Sestante, organizza una costante attività formativa e ha avviato contatti con Adiconsum, per concordare una modulistica bilanciata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -