Ravenna, Mingozzi: "Dopo Caravaggio siamo pronti per la Gioconda"

Ravenna, Mingozzi: "Dopo Caravaggio siamo pronti per la Gioconda"

Ravenna, Mingozzi: "Dopo Caravaggio siamo pronti per la Gioconda"

Ravenna vuole la Gioconda di Leonardo da Vinci. E' l'ambizioso obiettivo che il vice sindaco della città, Gianantonio Mingozzi, ha lanciato in coincidenza con la presentazione a Firenze del progetto di ricerca sui resti mortali di Monna Lisa, la nobil donna Lisa Gheraldini, ritenuta dai più importanti studiosi la modella ispiratrice della Gioconda di Leonardo da Vinci. Mingozzi, nella sua veste di vice presidente della Fondazione Flaminia, cita l'esperienza compiuta dall'insediamento universitario ravennate di Beni Culturali.

 

L'iniziativa fiorentina è stata illustrata dal Presidente del Comitato Nazionale per la valorizzazione per i Beni Storici, Culturali e Ambientali,  Silvano Vinceti, e dal Responsabile della equipe scientifica e antropologica, Giorgio Gruppioni, docente al DISMEC di Ravenna

 

"Proprio sulla base dell'esperienza compiuta dall'operazione Caravaggio - ricorda Mingozzi - che ha visto gli esami più importanti svolgersi a Ravenna (dall'atto di morte di Michelangelo Merisi, ritrovato negli archivi della chiesa di Sant'Erasmo di Porto Ercole, alla prova del carbonio e del DNA sulle ossa che hanno dimostrato come i rinvenimenti erano proprio da attribuirsi al grande pittore) ribadiamo la nostra disponibilità ad operare anche nell'operazione ‘Monna Lisa' con quanto di scientifico e tecnologicamente avanzato Ravenna può offrire per arrivare ad una definizione precisa sulla modella che ispirò Leonardo".

 

Come è stato detto martedì mattina il team di ricercatori cercheranno a Firenze nell'ex convento di Sant'Orsola, dove Monna Lisa Gheraldini, moglie del mercante Francesco del Giocondo, divenuta vedova, si ritirò morendovi il 15 luglio 1542 a 63 anni. "Proprio per contribuire a svelare ogni dubbio sull'identità della Gioconda riferita in particolare a Lisa Gheraldini - ha detto Mingozzi -, voglio dire all'amico Silvano Vinceti con il quale la collaborazione in occasione degli studi sul Caravaggio è stata eccellente, che oggi può contare su Ravenna per quella qualità scientifica e di persone, a partire dal prof. Gruppioni e dalla dott.ssa Cilli che rappresentano per tutti noi una garanzia nel campo delle indagini diagnostiche". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -