Ravenna, moldavo deruba una 42enne. Arrestato e condannato

Ravenna, moldavo deruba una 42enne. Arrestato e condannato

Ravenna, moldavo deruba una 42enne. Arrestato e condannato

RAVENNA - Le sue urla, provenienti da via Beatrice Alighieri, hanno richiamato, sabato mattina, l'attenzione di alcuni agenti di Polizia Municipale in servizio presso il vicino Comando di Piazza Mameli. Si tratta di una cittadina nigeriana, identificata dagli agenti intervenuti, di 42 anni residente a Ravenna che ha riferito di aver subito poco prima da parte di due uomini, il furto di un borsone contenente diversi capi di abbigliamento e scarpe nuove.

 

Dopo aver ricevuto una breve descrizione dei soggetti, gli agenti si sono messi alla  ricerca dei ladri riuscendo a bloccarne uno in via Rocca Brancaleone con in mano la borsa appena sottratta. L'uomo è stato accompagnato al Comando e al momendo dell'identificazione ha esibito  una carta di identità bulgara; il documento più attentamente analizzato da personale dell'ufficio Polizia Giudiziaria, è risultato falso e ha fatto scattare il fotosegnalamento e l'arresto per l'uomo.

 

Gli agenti hanno poi scoperto che il sedicente cittadino bulgaro era invece di nazionalità moldava e che aveva ottenuto la falsa carta di identità comunitaria  dietro pagamento di 300 euro. Processato, per direttissima, nella mattinata di sabato, è stato condannato a 8 mesi di reclusione, pena sospesa.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contestualmente alla sentenza di condanna, è stato emesso nei suoi confronti il nulla osta all'espulsione per cui l'uomo è stato denunciato anche per violazione delle norme sull'immigrazione clandestina e per false dichiarazioni sulla sua identità personale, e pertanto messo a disposizione della Questura, per gli ulteriori adempimenti di competenza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -