Ravenna: multati da 'Sirio', accolti i primi ricorsi

Ravenna: multati da 'Sirio', accolti i primi ricorsi

Sono già arrivate le prime decisioni del Giudice di Pace sui ricorsi che molti ravennati hanno fatto contro le multe decretate da Sirio, il sistema che attraverso delle telecamere vieta l’accesso alle zone a traffico limitato. I giudici Venturelli e Ricci hanno emesso le prime sentenze riguardo ai ricorsi: tra gli accolti anche quello di un automobilista da molto tempo assente da Ravenna, che non era a conoscenza dell’introduzione del “Grande Fratello” del centro storico.


Il giovane, assente dalla città bizantina da parecchio tempo, non sapeva che il Comune aveva introdotto il sistema che regolava con telecamere i passaggi nel centro storico, e sanzionava chi si introduceva nel ‘circuito’ senza il relativo permesso. Era quindi passato più volte nell’arco di pochi minuti al varco di via Guerrini, in orario di divieto, cercando ripetutamente un’abitazione senza sapere di preciso dove fosse. Il giudice, tenuto conto del racconto fatto dal ragazzo che spiegava verosimilmente come erano andati i fatti, ha considerato le varie sanzioni come un’unica multa. Inoltre, cosa non da meno, ha superato anche la deroga per cui il principio della continuazione non si applica «nelle aree pedonali urbane e nelle zone a traffico limitato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Altri ricorsi accolti riguardano alcuni automobilisti che sono entrati in zona vietata solamente qualche minuto dopo l’orario di inizio del divieto, nei tratti in cui il divieto scatta al mattino e termina alla sera. Il giudice di pace ha accolto il ricorso in quanto lo scarto fra l’orario di entrata in vigore del divieto e quello del passaggio è racchiuso in qualche minuto. Non è considerata come “scusa”, comunque, quella di considerare come orario ‘valido’ quello del proprio orologio: la differenza d’orario rispetto a quello di Sirio, infatti, è stata annullata dall’inserimento di alcuni display che indicano l’orario a cui bisogna fare riferimento quando si accede a zone regolate dalle telecamere di Sirio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -