Ravenna, muratore di professione e narcotrafficante come hobby

Ravenna, muratore di professione e narcotrafficante come hobby

Ravenna, muratore di professione e narcotrafficante come hobby

RAVENNA - Aveva un involucro contenente 20 grammi di cocaina in forma solida. Un operaio ravennate di 37 anni, A.C. (le iniziali), già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio, è stato arrestato martedì pomeriggio in flagranza di reato con l'accusa di spaccio di stupefacenti dagli agenti della Squadra Mobile di Ravenna durante un servizio antidroga in borghese svolto in centro. Durante la perquisizione dell'auto è stata trovata anche una dose di hashish.

 

Mercoledì mattina è stato catturato sempre dagli uomini della Squadra Mobile, dopo una giornata di ricerche, un muratore albanese di 35 anni, in regola con le norme sul soggiorno, in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Tribunale di Bologna nell'ambito dell'operazione svolta martedì in collaborazione con la Squadra mobile di Bologna, che ha disarticolato un gruppo di narcotrafficanti albanesi che operava in Italia ed all'estero (Olanda e Svizzera).

 

L'indagine, durata più di tre anni, è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna durata più di tre anni. Del gruppo, che aveva base logistica a Bologna ed era capeggiato da un albanese che gestiva l'importazione di ingenti quantitativi di droga destinate al mercato italiano, faceva parte anche il cittadino albanese arrestato in questa provincia che, questa mattina, è stato accompagnato in carcere a disposizione dell'Autorità giudiziaria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -