Ravenna: neonata morta dopo il parto, indagato un ginecologo

Ravenna: neonata morta dopo il parto, indagato un ginecologo

Ravenna: neonata morta dopo il parto, indagato un ginecologo

RAVENNA - Procurato aborto. E' questa l'accusa per la quale un ginecologo del reparto di Ostetricia dell'ospedale "Santa Maria delle Croci" di Ravenna è stato iscritto ne registro degli indagati in relazione al decesso di una bambina che si è spenta in sala parto per insufficienza cardiaca. Il pubblico ministero Francesco Alvino gli ha notificato l'avviso di conclusione. Il ginecologo ha chiesto di essere ascoltato. A presentare querela furono i genitori della piccola.

 

Il decesso si verificò il 22 febbraio scorso al momento del parto avvenuto attraverso il parto cesareo. La paziente, aveva spiegato l'Ausl di Ravenna in una nota, era "stata trasferita dal Pronto Soccorso di Faenza per una minaccia di parto prematuro alla 32esima settimana di gestazione, in quanto l'Ospedale di Ravenna è sede di Terapia Intensiva Neonatale e quindi più adeguato per la gestione dei parti a rischio".

 

La donna era "stata sottoposta agli accertamenti diagnostici ed ai trattamenti del caso e il decorso è stato regolare fino alla sera del 21 febbraio quando, a causa di sopraggiunte improvvise condizioni di sofferenza fetale,  si è dovuto procedere al parto cesareo in urgenza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -