Ravenna: nigeriano in manette, trovati in casa cocaina e denaro

Ravenna: nigeriano in manette, trovati in casa cocaina e denaro

Ravenna: nigeriano in manette, trovati in casa cocaina e denaro

RAVENNA - Non si ferma l'attività di indagine dei Carabinieri per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi della stazione ferroviaria di Ravenna. Nelle maglie delle forze dell'ordine questa volta è rimasto intrappolato un nigeriano di 37 anni, O.I. le sue iniziali, finito in manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in quanto trovato in possesso di 36 dosi già confezionate di cocaina e 2400 euro in contanti.

 

L'attività ha avuto inizio quando dai militari in normale perlustrazione è stato notato che l'uomo, spesso presente nei pressi della stazione, vestiva abiti alla moda e firmati, eccessivamente costosi per le sue possibilità dato che la sua frequente presenza in Piazza lasciava supporre che non avesse un posto di lavoro stabile.

 

L'attenzione è stata quindi concentrata sull'uomo, notandone gli spostamenti fino a scoprire la sua abitazione. Lunedì sera infine è stato deciso di effettuare un controllo ed identificare l'uomo, ma non appena questi ha visto la pattuglia avvicinarsi a lui si dato ad un vano tentativo di fuga. Raggiunto poco dopo, in suo possesso non è stato trovato nulla di compromettente, ma è rimasto sorpreso quando i militari lo hanno condotto presso il suo "covo", che non si aspettava fosse già stato localizzato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la perquisizione sono stati rinvenuti, occultati in diversi nascondigli, 36 involucri contenenti complessivamente circa 27 grammi di cocaina di buona qualità, già pronti per esser spacciati. Inoltre sono state trovate sostanze da taglio e 2.400 euro in contanti, presumibile provento dell'illecita attività e sottoposte a sequestro, insieme a 3 cellulari utilizzati per mantenere i contatti con gli acquirenti. Per l'uomo, tra l'altro irregolare sul territorio nazionale essendogli stato in passato rifiutato il permesso di soggiorno, sono quindi scattate le manette.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -