RAVENNA - Nuovi progetti di cooperazione: la Provincia si candida insieme alla Slovenia

RAVENNA - Nuovi progetti di cooperazione: la Provincia si candida insieme alla Slovenia

RAVENNA - Su convocazione della Provincia, d’intesa con la Regione, si è svolto l’incontro di concertazione con i rappresentanti dei Comuni e delle organizzazioni economiche e sociali sulla bozza di programma operativo del nuovo progetto di cooperazione Italia-Slovenia 2007/13.

L’incontro è stato introdotto dal vicepresidente della Provincia Bruno Baldini: “Si apre oggi la discussione sui nuovi strumenti di programmazione dei fondi strutturali Ue 2007/13. L’Unione europea ha definito per i prossimi anni tre grandi obiettivi: l’obiettivo Convergenza, per aiutare le aree più deboli ad agganciare il resto d’Europa; l’obiettivo Competitività e occupazione che interesserà anche la Regione Emilia-Romagna, volto ad attuare le strategie innovative di Lisbona (innovazione e occupazione) e di Goteborg (sviluppo sostenibile); e infine l’obiettivo Cooperazione per rafforzare la collaborazione tra sistemi territoriali dell’Ue e dei nuovi Paesi candidati.

Sappiamo già che la Regione disporrà, tra finanziamenti europei e nazionali, di un miliardo e 150 milioni di euro per l’obiettivo Competitività e occupazione, di 350 milioni di euro di fondi FESR (interventi strutturali ex Obiettivo 2) e 800 milioni di euro per le politiche di formazione professionale e del lavoro (ex Ob. 3).

Per quanto riguarda l’obiettivo Cooperazione, la Regione e la nostra Provincia parteciperanno a due nuovi programmi transfrontalieri (Italia-Slovenie e transfrontaliero Adriatico) e inoltre potranno concorrere ai finanziamenti dei programmi transnazionali e interregionali.

Vi sono dunque le condizioni, dopo i risultati positivi del periodo 2000/06, di ottenere nuovi risultati importanti per lo sviluppo e la qualificazione del territorio provinciale. Ma per centrare questo obiettivo bisogna continuare a fare squadra rafforzando le metodologie di concertazione ed elevando la qualità progettuale sia dei soggetti pubblici che delle imprese private per corrispondere ai nuovi orientamenti comunitari”.


Michele Migliori e Ludovico Gherardi, in rappresentanza della Regione, e il consulente incaricato dalla Regione Friuli Venezia-Giulia, Loris Celetto, hanno successivamente illustrato il nuovo programma di cooperazione Italia-Slovenia. Gli aspetti essenziali del programma riguardano anzitutto le aree eleggibili: le regioni occidentali della Slovenia, tutte le Province del Friuli Venezia-Giulia, le province venete di Venezia, Rovigo, Padova e Treviso e infine le province di Ferrara e di Ravenna. Gli assi prioritari previsti riguardano l’ambiente e l’integrazione territoriale sostenibile, compreso l’adeguamento del settore trasporti, la competitività e la società basata sulla conoscenza, per l’integrazione tra centri di ricerca, sistemi produttivi, settore turistico e sistemi formativi, e l’integrazione dei sistemi d’istruzione, dei servizi sociali e sanitari per favorire la valorizzazione dei Beni culturali.

Infine il piano operativo prevede la possibilità di presentare sulla base di specifici bandi che saranno emessi dall’Autorità di gestione a partire dal 2007, progetti strategici, standard o piccoli da parte di soggetti pubblici ma anche di associazioni imprenditoriali e di imprese singole e associate. La parte italiana interessata al progetto disporrà di 92,4 milioni di euro di fondi europei e il programma prevede un cofinanziamento comunitario dell’85%.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti i rappresentanti dei Comuni e delle forze economiche e sociali per esprimere il proprio apprezzamento sulle opportunità che si profilano e per chiedere charimenti e approfondimenti su aspetti tecnici del programma. Nei giorni scorsi, le Province di Ravenna e Ferrara hanno definito un accordo globale con la Regione slovena di Gorenjska con la quale si è concordato di predisporre progetti sull’ambiente, parchi naturali turismo e cultura sistemi produttivi e centri per l’innovazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’11 dicembre si terrà un incontro tecnico con il Comune di Lubiana e con l’ente turismo sloveno per delineare una collaborazione strategica nel settore delle Città d’arte e cultura presenti nell’area eleggibile. Sono in corso contatti con le città costiere di Pirano – Portorose e Capodistria. Dunque ci sono le basi per realizzare partenariati forti e di alta qualità. Inoltre la provincia, a partire dai primi mesi del 2007, lavorerà con Comuni e associazioni di categoria per coinvolgere adeguatamente le diverse aree del territorio provinciale in un’ottica di piena valorizzazione delle peculiarità e delle eccellenze.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -