Ravenna, nuovo battello in dotazione alla Guardia costiera

Ravenna, nuovo battello in dotazione alla Guardia costiera

Ravenna, nuovo battello in dotazione alla Guardia costiera

RAVENNA - Un nuovo battello veloce potenzia la flotta di mezzi nautici già concessi dalla Regione alle Capitanerie di Porto dell'Emilia-Romagna, per aumentare la sicurezza dei cittadini sulla costa e in mare. Paola Gazzolo, assessore regionale alla Protezione civile e Demetrio Egidi, direttore dell'Agenzia regionale di protezione civile hanno consegnato il mezzo venerdì a Marina di Ravenna alla Capitaneria di porto-Guardia costiera.

 

Si tratta di un battello GC B-88 per attività di vigilanza, assistenza e soccorso sui tratti costieri frequentati dai bagnanti e da unità di diporto. Il battello veloce GC B-88 completa la flotta di 9 mezzi nautici già concessi dalla Regione in comodato d'uso gratuito alle Capitanerie di porto di Goro, Porto Garibaldi, Ravenna, Cervia, Cesenatico, Bellaria, Rimini, Riccione e Cattolica. Ha un raggio di azione di 20 miglia, è dotato di strumentazioni all'avanguardia quali un sistema integrato di scoperta consistente in radar a colori e cartografia della zona di navigazione, telecomando, Gps, ecoscandaglio e radio Vhf marino, e può essere impiegato anche d'inverno.

 

E' dotato di 2 motori da 150 cavalli che consentono di navigare ad una velocità intorno ai 40 nodi.

La consegna del nuovo mezzo rientra nell'ambito di una convenzione quinquennale stipulata tra l'Agenzia regionale di Protezione civile e la Direzione marittima regionale delle Capitanerie di porto nel 2007 per attività di previsione e prevenzione dei rischi, interventi di soccorso in caso di eventi calamitosi o nell'imminenza di essi, esercitazioni.

 

Dal 1997 la Regione ha assegnato alla Direzione marittima dell'Emilia-Romagna contributi del valore di oltre 682 mila euro per la fornitura di 9 battelli pneumatici, un fuoristrada e apparati radio (stazione fissa, apparati veicolari e portatili testati e resi operativi anche sul mare fino a 20 miglia dalla costa ). I rapporti di collaborazione si sono concretizzati anche nel coinvolgimento delle rispettive centrali operative che, in situazioni di esercitazioni e di emergenza, hanno operato in sinergia condividendo dati e informazioni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -