Ravenna, nuovo impianto per acque di lavaggio navi

Ravenna, nuovo impianto per acque di lavaggio navi

RAVENNA - E'stata inaugurata oggi dalla società Petrocan, che gestisce navi cisterna impiegate nel bunkeraggio alle navi del porto, una nuova imbarcazione avente capacità di carico di 1250 metri cubi, adibita al trasporto di prodotti petroliferi e al ritiro di acque di lavaggio contenenti idrocarburi leggeri.

 

La nuova motocisterna della flotta Secomar è stata varata alla presenza dell'amministratore delegato Manlio Cirilli e del vicesindaco Giannantonio Mingozzi che ha ricordato come "il consistente investimento di Secomar e Ambientemare consenta al porto di Ravenna di essere l'unico in Italia in grado di trattare acque di lavaggio contenenti prodotti infiammabili; mi fa piacere che siamo in grado di soddisfare le richieste provenienti dal settore portuale e di migliorare il processo di lavorazione, recuperando gli idrocarburi e depurando la parte acquosa che viene poi rimessa in mare".

 

L'investimento complessivo per il mezzo varato oggi è di 5 milioni di euro e conta sul pieno rispetto delle normative in materia di sicurezza e prevenzione ambientale; la piattaforma impiantistica di Ambientemare si estende su un'area di 9mila metri quadrati ed è autorizzata al trattamento di 100mila tonnellate di rifiuti liquidi provenienti dal settore portuale e industriale.

Oltre alla nuova nave cisterna è stata inaugurata una nuova sezione dell'impianto dedicata alla ricezione delle acque di lavaggio contenenti idrocarburi leggeri con una capacità di stoccaggio di 500 tonnellate.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -