Ravenna: nuovo statuto dell'Istituto della Resistenza, polemica del Pdci

Ravenna: nuovo statuto dell'Istituto della Resistenza, polemica del Pdci

La Provincia di Ravenna

RAVENNA - La Provincia di Ravenna dice si' alla possibilita' di pubblicare e vendere le ricerche dell'Istituto storico della Resistenza, che d'ora in poi potra' anche accettare donazioni e acquisire beni mobili e immobili. Ma sulle modifiche incluse nel nuovo statuto (che proroga la scadenza dell'associazione al 2030 e aggiunge la possibilita' di trasformazione in 'persona giuridica'), il Pdci si schiera col centrodestra nelle critiche.

 

Manca la chiara individuazione di chi decide nomine e compensi, obietta il capogruppo Guido Mondini, inoltre "tutti i soci dovrebbero essere uguali e la quota associativa dev'essere la stessa per tutti", per permettere all'istituto di beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla legge per leassociazioni di promozione sociale.

 

D'accordo con Mondini i capogruppo del Pdl Vincenzo Galassini (Fi) e Massimo Mazzolani (An), mentre l'Udc Francesco Morini motiva la sua astensione con le perplessita' sull'attivita' commerciale editoriale (che "snatura" l'intervento della Provincia, "che per definizione non puo' assumere alcun ruolo attivo nel mercato") e sulla mancata trasformazione dell'associazione in fondazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -