Ravenna, ordinanze anti-alcol valide anche sotto le feste: 5 violazioni

Ravenna, ordinanze anti-alcol valide anche sotto le feste: 5 violazioni

Ravenna, ordinanze anti-alcol valide anche sotto le feste: 5 violazioni

RAVENNA - In occasione delle festività natalizie, la Polizia municipale ha incrementato la presenza di agenti sul territorio, così come l'anno scorso, nell'ambito del progetto "Sicuramente Natale". Il presidio ha riguardato soprattutto il centro storico e i principali parcheggi per contrastare il fenomeno della questua invasiva. La verifica del rispetto delle ordinanze anti-alcool, nelle aree dei Giardini Speyer e del quartiere Sant'Agata hanno portato a 5 le violazioni accertate.

 

Per quanto riguarda i controlli della circolazione stradale sono state fermate 21 auto e identificate 28 persone. Alcune sanzioni per violazione al codice della strada sono state elevate durante i controlli in via Mariani, Farini e De Gasperi, tra queste l'omessa precedenza a pedoni, sulle strisce pedonali. Infrazione che comporta la sanzione di 150 euro e la decurtazione di 8 punti dalla patente.

 

Altri interventi hanno riguardato la verifica del rispetto delle ordinanze anti-alcool, nelle aree dei Giardini Speyer (e zone limitrofe) e del quartiere Sant'Agata: 5 le violazioni accertate.

Gli agenti degli uffici Vigilanza di Quartiere, Commerciale e Polizia Giudiziaria durante servizi congiunti in via Carducci hanno multato 3 persone. E sempre in via Carducci, all'interno di un esercizio commerciale, è stato sanzionato un uomo di 38 anni mentre consumava una bevanda alcolica; analogo provvedimento per un 53enne in viale Pallavicini che beveva da una bottiglia di vetro.

 

Una particolare attenzione da parte degli agenti è stata prestata, e continuerà fino a capodanno, anche in base alla specifica ordinanza emanata dal Questore, al rispetto della normativa vigente sulla vendita di petardi e prodotti pirotecnici. In particolare sono previsti controlli mirati al fine di contrastare la diffusione di prodotti non autorizzati e pericolosi, allo scopo di tutelare l'incolumità pubblica. Dalle verifiche finora effettuate non sono emerse irregolarità.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -